Aforismi machisti

Da Les trois étendards. Come direbbero i nostri cugini transalpini: à le visage du casse! L’ho tradotto perché è la cosa più divertente che ho letto in francese dai tempi di Houellebecq (val la pena leggere altro?). Fa il pari con la lista delle Cento cose che vi sconcertano delle donne di parte americana: in entrambe prevale lo stupore, ma mentre i francesi accettano la promiscuità e il puttanesimo, gli yankee invece sarebbero disposti a bombardare le donne per vendicare le loro ripetute violazioni della giustizia divina.

1 – Se gli uomini attorno a una donna sono rudi, lei sarà gentile. Se gli uomini attorno a una donna sono gentili, lei sarà rude. Più gli uomini sono rudi, più sarà morbida, più saranno morbidi, più sarà rude. La donna più rude è la donna senza padre.

2 – Una donna non vuole che tu abbia bisogno di lei, vuole solo che la desideri. Non appena il tuo desiderio per lei diventerà un’esigenza, non ti vorrà più.

3 – L’amore femminile è una forma di ammirazione fondata sul rispetto. Le donne sono attratte da uomini con esperienza e potere. L’amore maschile è una forma di ammirazione costruita sul desiderio. Gli uomini sono attratti dall’innocenza e la vulnerabilità della donna. Quando una donna non ammira più e un uomo non si sacrifica più per lei, l’amore si perde. È un equilibrio delicato, perché il rispetto si perde quando uomini e donne non brillano nelle rispettive capacità. L’uomo si sacrifica, la donna lo ammira, questo è amore.

4 – Le donne amano i bambini come gli uomini amano le donne.

5 – Il femminile ha bisogno di un “guardiano” e il maschile vuol essere tale “guardiano”. Il problema è che questo processo non può essere realizzato senza fiducia. Entrambi i sessi hanno sempre avuto difficoltà a fidarsi l’uno dell’altro, ma grazie al femminismo ora sono più sospettosi che mai.

6 – C’è un’eterna ostilità tra i due sessi da cui scaturisce la mancanza di fiducia. Questa animosità deriva dall’incapacità dei sessi di conciliare le loro strategie sessuali, fondamentalmente opposte. Affinché un uomo possa realizzare la propria strategia sessuale in modo ottimale, la donna deve soffrire. Perché una donna possa realizzare la propria strategia sessuale in modo ottimale, l’uomo deve soffrire. Ogni sesso ovviamente desidera non soffrire, e quindi, ogni sesso infligge all’altro una sofferenza per non dover soffrire; è la battaglia dei sessi, è la guerra della riproduzione.

7 – Ogni sesso desidera fidarsi dell’altro, ma ogni sesso desidera anche realizzare il proprio imperativo sessuale. Pertanto, la fiducia si basa sul grado di controllo che ciascun genere esercita sull’altro, non su un cieco senso di lealtà.

8 – Le donne non sono leader, sono sostenitrici, fan, seguaci; seguono tendenze, status, potere, non hanno un innato senso di lealtà.

9 – L’uomo medio, l’uomo normale, è spesso ignorante e fuorviato. L’idea che ha delle donne è molto diversa dalla realtà, ma non è colpa sua: la sua stessa biologia lo inganna e la società gli mente. Tuttavia, la realtà rimane.

10 – In quanto uomini, confondete la bellezza di una donna con il suo carattere. Queste sono naturalmente due cose separate ma, ipnotizzati dalla bellezza, vi illudete che siano identiche.

11 – Siete stati ingannati per tutta la vita sulla vera natura delle donne: ignorate i vostri preconcetti, perché sono probabilmente sbagliati. Lasciate perdere le idee che la società vi impone, ricostruite la vostra opinione sulla femminilità da voi stessi, ignorate le influenze esterne (soprattutto quelle dei media).

12 – Ogni società ha un “sesso preferito”. In alcune di esse sono gli uomini a essere celebrati, in altre le donne. Nelle società prospere non esiste uguaglianza di genere, ma solo cooperazione: ogni sesso riconosce la superiorità dell’altro nel campo in cui eccelle. Per scoprire in quale tipo di società vivete, osservate quale genere è il più criticato. Se esiste un sesso contro il quale è vietata la critica, è il sesso preferito della società in cui vivete.

13 – Le donne non vi sono fedeli, sono fedeli solo al vostro potere.

14 – La lealtà implica onore. L’onore è un’astrazione maschile. La lealtà femminile si basa interamente sulla convinzione che voi deteniate del potere, quindi definiremo questa lealtà “opportunistica”. L’uomo può essere leale in senso femminile (opportunistico) o può essere leale nel vero senso della parola, cioè pronto a sacrificarsi. Quando si tratta di uomini, le donne non sono in grado di essere leali nel modo convenzionale, solo opportunisticamente. Sono in grado di essere completamente fedeli soltanto alla prole.

15 – La lealtà convenzionale non dipende dal potere, dalla forza o dallo status della persona verso la quale si è leali, mentre la lealtà opportunistica dipende interamente dal potere di colui al quale una donna è leale.

16 – La lealtà femminile non è “lealtà” nel vero senso della parola, perché è lealtà fin troppo condizionata. La lealtà convenzionale richiede un legame con la persona che va oltre il potere.

17 – La lealtà opportunistica è uno strumento molto pragmatico, mentre la lealtà convenzionale generalmente non lo è: per questo la lealtà opportunistica è come “dimezzata”.

18 – È proprio il modo di amare le donne che caratterizza la loro incapacità di essere leali. La lealtà dettata dall’ipergamia, piuttosto che dall’onore, è una lealtà machiavellica ed egoista, lungi dall’essere nobile.

19 – Tutti i sacrifici fatti da un uomo sono inutili se non offrono qualche vantaggio tangibile alla donna. In breve, se non potete aiutarla in questo preciso istante, non conta più nulla che l’abbiate aiutata prima (Legge di Briffault).

20 – Vostra madre è l’unica donna capace di amarvi per ciò che siete, non per il vostro potere. Corollario: se vostra madre è/era una donna narcisista e senza cuore, non conoscerete mai l’amore incondizionato di una donna.

21 – Se confrontate una potenziale partner con vostra madre, questa donna vi deluderà. Corollario: a meno che vostra madre non fosse una narcisista, perché in tal caso avrete esattamente quel che cercate.

22 – Alle donne non interessano le vostre lotte, battaglie, dubbi, si preoccupano solo dei vostri successi.

23 – Le donne vogliono il “prodotto finale”, ma gli uomini preferiscono le donne che sono state al loro fianco durante il viaggio. Le donne odiano il rischio, quindi hanno una propensione a frenare gli uomini ambiziosi con le loro insicurezze. In effetti, se un uomo diventa troppo potente (quindi attraente ed eccitante), temono di perdere il monopolio che hanno su di lui. Una donna sabota un uomo per assicurarselo, perché la mentalità dell’homo homini lupus è intrinseca al femminile.

24 – Man mano che aumenta il controllo di una donna su un uomo, diminuisce anche l’attrazione e il rispetto che prova per quell’uomo. Man mano che il suo controllo diminuisce, la sua attrazione e il suo rispetto aumentano. Se una donna ha una relazione con un uomo sottomesso che sta cercando di diventare dominante, si opporrà a lui. Ha accettato l’idea che sia un uomo sottomesso e si diletta del potere che ha su di lui. Se l’uomo diventa dominante, perde il potere sul suo uomo e quindi l’accesso alle risorse che la relazione le ha dato. Una donna non dimenticherà mai com’era il suo uomo e non crederà mai che un uomo sottomesso possa diventare un (vero) leader.

25 – La strategia sessuale femminile ottimale è frazionata: possiamo definirla “pluralità sessuale femminile”. Le donne hanno una natura duplice: essere controllate e controllare, perché il loro pluralismo consente loro una grande perversità. Con un uomo dominante, una donna può appagare il suo masochismo; con uno sottomesso, il suo sadismo. In questo modo, si abbandona alla sua sete di potere controllando un uomo sottomesso, e si concede il desiderio di sentirsi femminile con un uomo dominante.

26 – Se una donna ha una relazione con un uomo sottomesso, dà priorità alla propria felicità. Se è con un uomo dominante, dà la priorità alla felicità del suo uomo. Con un uomo dominante, l’idea è che renderlo felice la renderà felice. La felicità dell’uomo sottomesso non è così importante, prendersi cura della felicità di un uomo sottomesso non è nemmeno una preoccupazione per lei.

27 – Le donne vogliono sempre più impegno, gli uomini vogliono sempre più sesso. Corollario: a meno che l’uomo o la donna in questione non abbiano opzioni migliori, accetteranno di avere meno impegno o meno sesso, ma la cosa li renderà comunque infelici.

28 – Le donne contrattano per il controllo della dedizione di un uomo, gli uomini contrattano per il controllo del corpo di una donna.

29 – In quanto maschi, si deve presumere che le donne che incontriate siano promiscue. La nostra naturale inclinazione è considerare le donne innocenti, ma è più saggio presumerne sempre la promiscuità.

30 – La questione non è tanto sapere se si tratti di una troia, ma piuttosto se non si tratti una troia.

31 – La prudenza consiste nel chiedere una prova dell’innocenza femminile piuttosto che presumerne l’esistenza. L’assunto che l’innocenza sia una qualità intrinseca femminile è una tragedia universale, che ha causato danni enormi al genere maschile.

32 – “Verità” è tutto ciò che una donna considera verità. Se la verità astratta non soddisfa l’interesse di una donna, una verità “alternativa” verrà creduta al posto di quella reale.

33 – Il femminismo non ha trasformato le donne in qualcosa che non erano. Sono stati il patriarcato e la religione a rendere le donne qualcosa d’altro rispetto alla loro natura. Il governo maschile ha migliorato le donne, non solo per il bene degli uomini, ma anche per il loro stesso benessere. Il femminismo è il governo delle donne da parte delle donne. Tale “autogoverno” ha rivelato agli uomini la natura incivile delle donne. Rimuovendo i meccanismi sociali di controllo che incoraggiavano le donne ad essere nobili, il femminismo ha svelato la loro natura selvaggia. Tutto ciò che è negativo nelle donne è quindi doppiamente causato dal femminismo.

34 – Gli uomini devono diventare potenti per essere amati; donne e bambini devono esistere solo per essere amati.

35 – Gli uomini ricordano il tempo in cui erano ragazzi. L’uomo ha una prospettiva lucida quando confronta l’affetto che riceve da adulto, rispetto a quello dimostratogli da fanciullo. Le donne non sperimentano una perdita di affetto così significativa. Pertanto, l’uomo deve rendersi conto che non sarà più amato come prima, perché se un ragazzo è molto amato, un uomo è meno amato: l’uomo ama di più, ma è quello che riceve meno amore. La profondità dell’amore materno scomparirà per sempre. Una fidanzata o una moglie non possono offrire tale amore, ed è ripugnante chiedere a una fidanzata di fornire l’equivalente dell’amore materno: solo gli uomini deboli richiedono tale amore. È forse la più amara di tutte le “pillole”.

36 – Il matrimonio è per le donne e gli avvocati, non è cosa da uomini.

37 – Il matrimonio serve a garantire la sicurezza delle donne, a scapito della libertà degli uomini. Tradizionalmente l’uomo riceveva dei vantaggi in cambio di questa perdita di libertà: oggi non è più così.

38 – Il matrimonio è l’unico contratto esistente che consente a una parte di violare le condizioni contrattuali e successivamente accusare la parte che ha accettato di sottoscriverlo e rispettarlo.

39 – La donna, molto diversa dall’uomo, non vede il matrimonio come un contratto o una responsabilità. In esso vede sicurezza e una celebrazione di se stessa, la realizzazione di una fantasia infantile.

40 – Alcune persone pensano che il matrimonio sia necessario per la corretta crescita dei figli. Una volta era così, ma oggi i tempi sono cambiati. Le politiche femministe hanno trasformato quella che era tradizionalmente una “risorsa” in una condanna.

41 – Il divorzio distrugge i bambini. Non potete rovinare la vita dei vostri figli se decidete di non sposarvi sin dall’inizio.

42 – Le donne vogliono sposarsi perché, nella maggior parte dei casi, hanno tutto da guadagnare e nulla da perdere. Per gli uomini è il contrario. Le donne facoltose sono l’eccezione che rivela il vero significato del matrimonio.

43 – Sicurezza e dedizione sono una vittoria assoluta per le donne. Il matrimonio offre proprio questo. Il matrimonio risponde all’imperativo femminile realizzando il più grande desiderio di una donna. L’equivalente per gli uomini, la vittoria dell’imperativo maschile, è avere un harem de belles femmes.

44 – Se appartenete a una classe sociale elevata e dovete quindi contrarre un matrimonio “combinato”, mantenete la maggior parte dei vostri beni in un fondo fiduciario. È per la vostra sicurezza: ciò che non è “tecnicamente” vostro non vi potrà essere sottratto.

45 – Le donne sono machiavelliche come l’acqua è bagnata.

46 – Le donne fanno del loro sesso un’arma, perché è la loro risorsa principale e spesso l’unica carta che possono giocare.

47 – Avere il controllo su uomini attraenti attraverso il sesso è in genere un atteggiamento femminile. Quando prevale la libido, le donne fanno sesso per piacere. Quando prevale la ragione, le donne razionano e limitano il sesso come una droga, per condizionare l’uomo, pavlovianamente, a fare ciò che vogliono.

48 – Quando una donna vuole manipolare un uomo che non trova attraente, usa la finta frigidità e il sex-appeal, piuttosto che il sesso.

49 – È nell’interesse di una donna lanciare segnali deliberatamente ambigui. C’è un grande potere nel sesso ed è nell’interesse della donna far baluginare a un uomo la possibilità di scoparsela. Finché l’uomo ci crede, la donna esercita potere su di lui.

50 – Se provate a discutere con qualcuno che pone le emozioni al di sopra della ragione, vi state impegnando in un esercizio futile che esaurirà la vostra pazienza. Perciò non discutete con le donne, perché è inutile. Non potete “discutere” con i sentimenti, ma solo manipolarli.

51 – Le donne sono mercenarie. Farebbero qualsiasi cosa per raggiungere i loro scopi. Cambieranno uomo, mentiranno, tradiranno, per assicurarsi l’uomo che considerano la loro migliore opzione. Questo è ciò che siete per una donna: un’opzione.

52 – La società sostiene che una donna alla quale avete rivelato le vostre debolezze apprezzerà la vostra “vera essenza”. È un mito, una menzogna colossale. L’uomo medio si aspetta ingenuamente che una donna apprezzi la sua vulnerabilità nello stesso modo in cui egli apprezza la vulnerabilità della donna nei suoi confronti. Ma una donna non ci riesce: di fronte a un tale onere, porrà fine alla relazione. La vostra vulnerabilità non sarà tollerata. L’errore dell’uomo è credere che l’attrazione per la vulnerabilità sia reciproca. Prima della rivoluzione sessuale, gli uomini lo sapevano bene.

53 – La superficiale vulnerabilità di una posizione di potere è qualcosa di attraente per le donne, e questo è quel che intendono per “apertura agli altri”. È una vulnerabilità sostanziale; invece non avere fiducia in se stessi non è per nulla attraente.

54 – Si crede che condividere le proprie debolezze dimostri fiducia e amore. Si pensa di poter creare dei legami attraverso il dolore. Ma è un errore. Ciò che una donna prova nei confronti delle debolezze di un uomo è solamente repulsione. Non rispetta la vostra debolezza, il dolore o il fatto che sia stato difficile per voi condividere certe cose. Alle donne non importa. Possono ammirare la vostra tenacia di fronte al dolore, ma non il vostro bisogno di esprimerlo.

55 – Il denaro è per gli uomini ciò che il trucco è per le donne.

56 – Il denaro è più importante delle donne. Dovreste cercare di avere più denaro, non donne. È più probabile che voi otteniate donne facendo soldi, piuttosto che soldi flirtando con le donne. Senza soldi o un corredo genetico superiore, ve la giocate in hard mode. Il denaro migliora tutto e la qualità della donna che potete ottenere è la quintessenza del vostro potere finanziario.

57 – Gli uomini controllano una relazione mostrandosi indifferenti; le donne mostrandosi emotive.

58 – Le donne si nutrono dell’eccesso di emozioni, gli uomini invece non lo reggono (a parte la rabbia). La natura emotiva delle donne le rende quindi molto teatrali e “istrioniche”. Corollario: gli uomini con disturbi di personalità sono anch’essi istrionici e prosperano sulle emozioni. In questo modo, sono simili alle donne e si possono notare molte somiglianze tra donne e “mezzi uomini” (specialmente narcisisti).

59 – Le donne prosperano nel dramma, perché consente loro di fare delle proprie emozioni armi. Togliete le emozioni alle donne e non avranno nulla con cui combattere. Una donna privata delle emozioni sarà disperata, perché gli servono per sostenere il suo assalto psicologico. Dunque tenterà di trarre emozioni da qualsiasi situazione, ingigantendo osservazioni e problemi al fine di raggiungere l’indignazione necessaria per sostenere la sua aggressività psicologica.

60 – Le donne sono psicologicamente violente.

61 – Gli uomini effeminati e le donne mascoline non sono attraenti. Siamo programmati per aiutare le donne e rispettare gli uomini, non viceversa. Le donne ottengono potere sociale ispirando pietà, gli uomini ottengono rispetto (e quindi potere sociale) essendo potenti, non il contrario.

62 – Le donne sono la più grande minaccia alla vostra felicità a lungo termine. Secondo Nietzsche “sono il giocattolo più pericoloso”. State sempre all’erta. Molti grandi uomini nel corso della storia hanno combattuto guerre, accumulato ricchezze e costruito imperi. Qual è l’unica cosa che è riuscita a distruggere questi uomini straordinari? Le donne.

63 – Proteggete sempre il nucleo, il cuore, della vostra essenza: se scegliete di far entrare una donna nella vostra vita, non lasciarla mai entrare completamente. Immaginate di essere un castello e di lasciar entrare una donna senza mai darle le chiavi per i piani più alti. Quando si domanderà cosa c’è dietro quella porta e chiederà di entrare, ignorate le sue proteste e tentativi di manipolazione. Non aprite mai quella porta. Nessuna donna, tranne forse vostra madre, merita l’accesso alle stanze più alte del vostro “io”. Se credete che l’amore implichi la “condivisione assoluta”, non capite l’amore.

64 – Le donne conducono una doppia vita. Proiettano all’esterno una facciata da “brava ragazza” mentre si impegnano in atti di depravazione in segreto. Sappiamo che comportarsi come una cagna abbassa il valore di una donna, e anche loro lo sanno bene. Ma piuttosto che non comportarsi da troie, le donne preferiscono mentire e fare il doppio gioco.

65 – Più una donna ha partner sessuali, più è mentalmente instabile. Le donne che hanno dormito con molti uomini disumanizzano e prendono di mira gli uomini attraverso il sesso. Queste donne sono delle pessime partner. Consapevoli del fatto che ciò danneggia il loro valore e al fine di indurre gli uomini a prenderle sul serio, distorcono il loro passato mentendo sul numero di uomini avuti.

66 – Se vuoi davvero conoscere il numero di partner che una donna ha avuto, fingi di non giudicare. Affermate di aver dormito con centinaia di donne. Dal conforto salterà fuori la verità.

67 – La maggior parte delle donne preferisce migliorare la propria capacità di fingere, ingannare o mentire, piuttosto che cambiare qualcosa in sé.

68 – L’interesse che le donne nutrono per la psicologia come disciplina non è altro che la manifestazione delle loro innate disposizioni machiavelliche: studiando la psicologia cercano di migliorare le loro “performance”.

69 – Le donne chiedono agli uomini un livello di moralità più elevato, rispetto al livello di moralità che si impongono. Pertanto, sono propense ad adottare una posizione morale superiore, nel tentativo di “apparire pure” mentre manipolano gli altri. Non fatevi ingannare.

70 – Gli errori di una donna non contano mai, gli errori di un uomo non vengono mai dimenticati.

71 – È probabile che un uomo senza padre o con un padre debole diventi un effeminato. Una donna cresciuta senza padre o da un padre debole diventerà probabilmente mascolina. I bambini cresciuti male sono adulti disfunzionali. Queste persone possono intraprendere la strada del miglioramento e riuscire a “riprogrammare” se stesse, ma è un evento raro e non dura molto. Come genitori prendetevi cura dei vostri figli, lasciate che gli uomini crescano virili e poco indulgenti. E le donne capiscano di non essere più importanti della loro famiglia: non siete nulla, senza famiglia. Tradite i vostri figli e il loro padre a vostro rischio e pericolo.

72 – Se non avete ancora ottenuto quel che volete dalla vita, non iniziate una relazione seria con una donna. La sua percezione rimarrà ancorata alla vecchia versione di voi stessi, i suoi problemi ostacoleranno i vostri progressi. Mentre proverete a migliorarvi, lei si lamenterà, diffonderà energia negativa e vi soverchierà. La sua negatività vi infetterà e ostacolerà la vostra crescita.

73 – Le donne raramente rappresentano un vantaggio, essendo perlopiù un vincolo e quindi una responsabilità. Le donne sono una specie di buco nero per i soldi, il tempo e tutte le altre preziose risorse che possedete. Ecco perché il vostro tempo e dedizione vengono apprezzati: non sprecatelo con chi non lo merita. Siate selettivi nelle vostre relazioni.

74 – Le donne pensano di avere tutti i diritti. Supponiamo che tutte siano così (anche se c’è qualche eccezione). Una donna mostra a malapena riconoscenza per l’impegno di un uomo. C’è un problema che tua moglie vuole che tu risolva? Non è una richiesta, è un imperativo. Ai suoi occhi, è tuo dovere aiutarla. Non otterrai rispetto o apprezzamento aiutando una donna, perché la sua natura narcisistica le rende intrinsecamente ingrate. Una donna può essere condizionata ad agire diversamente, ma se non lo è, sceglierà l’ingratitudine come comportamento predefinito.

75 – Le donne raramente apprezzano e spesso pretendono.

76 – Le donne sono solipsistiche (egoiste) per natura, non possono elevarsi al pensiero astratto. A loro non importa delle cose che non le riguardano. Se volete che una donna si preoccupi di qualcosa, dovete mostrarle come influenzerebbe direttamente la sua esistenza. Altrimenti, sarà disinteressata e indifferente.

77 – Solipsismo significa che le donne non percepiscono il mondo come un’entità astratta, ma semplicemente come uno stimolo. Pertanto, la loro visione della realtà non percepisce il mondo come indipendente da se stesso, ma come esistente in relazione a loro.

78 – Le donne sono molto sensibili al pensiero di gruppo e al “consenso del gregge”: non gli piace distinguersi, si sforzano di essere percepite come “normali”. Questo è vero anche per gli uomini; tuttavia nelle donne l’effetto è molto più pronunciato.

79 – La maggior parte delle donne si definisce in base alla sua bellezza, nient’altro che in riferimento al proprio corpo. Le donne non belle che puntano sul loro intelletto sono spesso gelose delle donne attraenti, perché non vorrebbero faticare di più per raggiungere un successo simile, o anche minore.

80 – Se non fate parte del 20% degli uomini superiori, non esistete. Ogni volta che le donne affermano che la vita per i maschi sia “più facile”, si riferiscono solo al 20% di essi. Le donne sono così privilegiate che non notano nemmeno la lotta per la sopravvivenza della stragrande maggioranza degli uomini. Questi uomini sono “invisibili” a causa dell’ipergamia, non esistono nemmeno come un segnale sul radar. Se un uomo fa parte dell’80%, deve essere attaccato, deriso, umiliato.

81 – Non entrate mai in una relazione che non potete terminare. Se vi accorgete di esser diventati “dipendenti”, è il momento di andarsene.

82 – Le donne sono volubili, non dipendete da esse. Più in generale, dovreste dipendere da qualcuno per funzioni specifiche, ma separate, in modo che se un domino cade, il resto non ne subirà le conseguenze. Ciò vi consentirà di essere realmente indipendenti e sostituire le persone che smettono di svolgere un ruolo. Mantenete tale atteggiamento nelle interazioni con le donne e migliorerete le vostre capacità seduttive.

83 – La reputazione è tutto ciò che esiste per una donna. Per lei è più importante di qualsiasi altra preoccupazione morale, regola o principio astratto. Vedi aforismi 45 e 51.

84 – Le donne odiano essere criticate o giudicate: anche quando un’osservazione viene fatta in modo costruttivo, la percepiranno come un attacco alla loro reputazione. Le donne pretendono la verità, per soddisfare il proprio ego e darsi importanza, ma non possono accettarla. Questo è il motivo per cui parliamo in modo diverso alle donne, mentre agli uomini preferiamo dire le cose come stanno.

85 – Ignorate ciò che dice una donna, ma osservate cosa fa. Le donne mentono con una frequenza incredibile. Se a ciò uniamo il “solipsismo” di cui sopra, otteniamo un essere totalmente slegato dalla realtà. Corollario: non menzionate mai la “pillola rossa” con le donne, mettetela solo in pratica. Perché se odiano le idee qui professate, ne ameranno gli effetti.

86 – Le donne sono ossessionate dal mostrare qualità che a malapena possiedono: logica, maturità, riflessione, autocoscienza introspettiva, ecc.

87 – Le donne sono perpetue adolescenti. Confondono l’autostima e le preferenze personali con la maturità, ma la maturità è qualcos’altro. L’affermarsi non è indice di maturità. La maturità è commisurata alle responsabilità che si possono assumere, nonché dalla capacità di far fronte alla pressione che esse implicano. Le donne ottengono un punteggio scarso su questi due indicatori rispetto alla controparte maschile.

88 – Una donna non matura più di molto dopo i 18 anni. Diventa solo più esigente con l’età, confondendo crescita e sviluppo. Allo stesso modo, le donne sono infinitamente più ossessionate dalla maturità degli individui, usandolo come punto di contesa per manipolare le persone. Ed è quindi con profonda ironia che le donne mettono alla prova gli uomini per la loro maturità, credendo che i comportamenti maschili che disapprovano siano infantili. Le donne maturano più velocemente degli uomini, ma non maturano più a lungo. E così, maturano di meno.

89 – Il femminile, per sua natura, ha costantemente bisogno di attenzione, è piagnucoloso, soggetto all’illusione e poco introspettivo. Tratti che generalmente lo associamo ai bambini. Non è quindi ingiusto affermare che le donne maturino meno degli uomini.

90 – Le donne giocano con te, ma dicono di non giocare e detestano chi lo fa. Fa parte del loro gioco: vedi l’aforisma 45.

91 – Il cervello limbico di una donna finirà per prevalere sulla parte superiore del cervello. I meccanismi che regolano il comportamento femminile sono universali e si impongono sulle ragioni più elevate nel processo decisionale femminile. Questo è ciò che intendiamo per “tutte le donne sono così”. Le persone che interpretano la frase in riferimento agli aspetti più superficiali delle donne non comprendono l’essenza dell’affermazione.

92 – La virilità di un uomo è dedotta dalla coerenza delle sue azioni, la femminilità di una donna è dedotta semplicemente dalla sua età. Invertendo il ragionamento, le donne ritengono che i comportamenti maschili che non apprezzano siano “da ragazzini”, mentre distingueranno tra ragazze e donne per respingere le critiche negative nei loro confronti. Ad esempio, una donna tipica risponderà che i nostri aforismi “maschilisti” si applicano alle ragazzine, non alle donne. E, naturalmente, una donna abbastanza sciocca da impegnarsi in tale razionalizzazione vedrà sempre se stessa come donna, mai come ragazza.

93 – Se pensi che una donna sia fuori dalla tua portata, allora resterà fuori dalla tua portata e non la sedurrai. È una profezia che si autoavvera.

94 – La profondità di un uomo è misurata dalla complessità della sua logica e della sua filosofia. La profondità di una donna è misurata dalla complessità del suo processo di analisi e interpretazione delle proprie emozioni.

95 – Più una donna è bella, più uomini sopporteranno le sue stronzate e accetteranno da lei qualsiasi cosa. Tuttavia fareste meglio a non soprassedere su nulla.

96 – Un uomo che si mette facilmente in relazioni serie e si dedica senza indugi a qualsiasi donna è l’equivalente maschile di una “troia”. Un tale uomo sarà usato dalle donne, ma data la sua natura prontamente disponibile e la facilità di ottenere l’intimità emotiva, non sarà mai desiderato. Questa dinamica a senso unico è ciò che costituisce la leggendaria friendzone.

97 – Le donne hanno sete di mascolinità. Se siete in una relazione ma non siete abbastanza maschi, vostra moglie vi tradirà: non è una questione di “se”, ma di “quando”. Da questa prospettiva il successo di una relazione è vostra responsabilità, non della donna. Vedi aforisma 72.

98 – Se non vi comportate in modo maschio e non vi trovate a vostro agio con la vostra mascolinità, le donne vi maltratteranno fino a quando non imparerete a esser maschi. La natura delle donne insegna agli uomini la mascolinità quasi per riflesso. Il modo in cui una donna vi ferisce, vi permetterà di diventare maschi migliori. Sono le donne a condurre gli uomini verso la “pillola rossa”.

99 – Gli uomini sono intrinsecamente sospettosi delle donne perché la loro incoerenza logica vizia la loro credibilità. Le donne sono intrinsecamente diffidenti nei confronti degli uomini perché temono il desiderio fisico senza la volontà di impegnarsi.

100 – L’uomo di poco valore non può fare nulla di buono, l’uomo di gran valore non può fare nulla di male. Più alto è il tuo valore sociale, meno le regole varranno nei tuoi confronti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.