Aforismi Maschilisti

APHORISMES MASCULINISTES
(Les trois étendards)

1 – Se gli uomini con cui ha a che fare una donna sono rudi, lei sarà mansueta. Se gli uomini con cui ha a che fare una donna sono mansueti, lei sarà rude. Più gli uomini sono rudi, più sarà mansueta, più saranno mansueti, più sarà rude. La donna più rude di tutte è quella senza padre.

2 – Una donna non desidera che voi abbiate bisogno di lei, vuole solo che la desideriate. Ma non appena il vostro desiderio diventerà per voi un’esigenza, non vi vorrà più.

3 – L’amore femminile è una forma di ammirazione fondata sul rispetto. Le donne sono attratte da uomini con esperienza e potere. L’amore maschile è una forma di ammirazione costruita sul desiderio. Gli uomini sono attratti dall’innocenza e dalla vulnerabilità della donna. Quando una donna non ammira più un uomo e quest’ultimo non si sacrifica più per lei, l’amore si perde. È un equilibrio delicato, perché il rispetto si perde quando uomini e donne non brillano nelle rispettive caratteristiche. L’uomo si sacrifica, la donna lo ammira, questo è l’amore.

4 – Le donne amano i bambini come gli uomini amano le donne.

5 – Il femminile ha bisogno di un “custode” e il maschile vuol essere tale “custode”. Il problema è che questo processo non può essere realizzato senza fiducia. Entrambi i sessi hanno sempre avuto difficoltà a fidarsi l’uno dell’altro, ma grazie al femminismo ora sono più sospettosi che mai.

6 – Esiste un’eterna ostilità tra i due sessi da cui scaturisce la mancanza di fiducia. Questa animosità deriva dall’incapacità dei sessi di conciliare le loro strategie sessuali, fondamentalmente opposte. Affinché un uomo possa realizzare la propria strategia sessuale in modo ottimale, la donna deve soffrire. Perché una donna possa realizzare la propria strategia sessuale in modo ottimale, l’uomo deve soffrire. Ogni sesso ovviamente desidera non soffrire, e quindi, ogni sesso infligge all’altro sofferenza per non dover soffrire; è la guerra tra sessi, è la battaglia per la riproduzione.

7 – Ogni sesso desidera fidarsi dell’altro, ma ogni sesso desidera anche realizzare il proprio imperativo sessuale. Pertanto, la fiducia si basa sul grado di controllo che ciascun genere esercita sull’altro, non su un cieco senso di lealtà.

8 – Le donne non sono leader, sono sostenitrici, follower, seguaci; seguono tendenze, status, potere, non hanno un innato senso di lealtà.

9 – L’uomo medio, l’uomo normale, è spesso ignorante e fuorviato. L’idea che ha delle donne è molto diversa dalla realtà, ma non è colpa sua: la sua stessa biologia lo inganna e la società gli mente. Tuttavia, la realtà rimane.

10 – In quanto uomini, confondete la bellezza di una donna col suo carattere. Queste sono naturalmente due cose separate ma, ipnotizzati dalla bellezza, vi illudete che siano identiche.

11 – Siete stati ingannati per tutta la vita sulla vera natura delle donne: ignorate i vostri preconcetti, perché sono probabilmente sbagliati. Lasciate perdere le idee che la società vi impone, ricostruite la vostra opinione sulla femminilità, ignorate le influenze esterne (soprattutto quelle dei media).

12 – Ogni società ha un sesso “favorito”. In alcune sono gli uomini a essere celebrati, in altre le donne. Nelle società prospere non esiste uguaglianza di genere, ma solo cooperazione: ogni sesso riconosce la superiorità dell’altro nel campo in cui eccelle. Per scoprire in quale tipo di società vivete, osservate quale genere è il più criticato. Se esiste un sesso contro il quale è vietata la critica, è il sesso preferito della società in cui vivete.

13 – Le donne non sono fedeli a voi, sono fedeli solo al vostro potere.

14 – La lealtà implica onore. L’onore è un’astrazione maschile. La lealtà femminile si basa interamente sulla convinzione che voi deteniate del potere, quindi definiremo questa lealtà “opportunistica”. L’uomo può essere leale in senso femminile (opportunistico) o può essere leale nel vero senso della parola, cioè pronto a sacrificarsi. Quando si tratta di uomini, le donne non sono in grado di essere leali nel modo convenzionale, solo opportunisticamente. Sono in grado di essere completamente fedeli soltanto alla prole.

15 – La lealtà convenzionale non dipende dal potere, dalla forza o dallo status della persona verso la quale si è leali, mentre la lealtà opportunistica dipende interamente dal potere di colui al quale una donna è leale.

16 – La lealtà femminile non è “lealtà” nel vero senso della parola, perché è lealtà fin troppo condizionata. La lealtà convenzionale richiede un legame con la persona che va oltre il potere.

17 – La lealtà opportunistica è uno strumento molto pragmatico, mentre la lealtà convenzionale generalmente non lo è: per questo la lealtà opportunistica è come “dimezzata”.

18 – È proprio il modo di amare le donne che caratterizza la loro incapacità di essere leali. La lealtà dettata dall’ipergamia, piuttosto che dall’onore, è una lealtà machiavellica ed egoista, lungi dall’essere nobile.

19 – Tutti i sacrifici fatti da un uomo sono inutili se non offrono qualche vantaggio tangibile alla donna. In breve, se non potete aiutarla in questo preciso istante, non conta che l’abbiate aiutata in precedenza(Legge di Briffault).

20 – Vostra madre è l’unica donna capace di amarvi per ciò che siete, non per il vostro potere. Corollario: se vostra madre è/era una donna narcisista e senza cuore, non conoscerete mai l’amore incondizionato di una donna.

21 – Se confrontate una potenziale partner con vostra madre, questa donna vi deluderà. Corollario: a meno che vostra madre non fosse una narcisista, perché in tal caso avrete esattamente quel che cercate.

22 – Alle donne non interessano le vostre lotte, battaglie, esitazioni; si preoccupano solo dei vostri successi.

23 – Le donne vogliono il “prodotto finale”, ma gli uomini preferiscono le donne che sono state al loro fianco durante il viaggio. Le donne odiano il rischio, quindi hanno una propensione a frenare gli uomini ambiziosi con le loro insicurezze. In effetti, se un uomo diventa troppo potente (quindi attraente ed eccitante), temono di perdere il monopolio che hanno su di lui. Una donna sabota un uomo per assicurarselo, perché la mentalità dell’homo homini lupus è intrinseca al femminile.

24 – Man mano che aumenta il controllo di una donna su un uomo, diminuisce anche l’attrazione e il rispetto che prova per quell’uomo. Man mano che il suo controllo diminuisce, la sua attrazione e il suo rispetto aumentano. Se una donna ha una relazione con un uomo sottomesso che sta cercando di diventare dominante, si opporrà a lui. Ha accettato l’idea che sia sottomesso e si diletta del potere che ha su di lui. Se l’uomo diventa dominante, la donna perde il potere su di lui e l’accesso alle risorse che la relazione le garantisce. Una donna non dimenticherà mai com’era il suo uomo e non crederà mai che un uomo sottomesso possa diventare un vero leader.

25 – La strategia sessuale femminile è frazionata: potremmo definirla “pluralità sessuale femminile”. Le donne hanno una natura duplice: vogliono essere controllate e al contempo controllare, perché il pluralismo consente loro una grande perversità. Con un uomo dominante, una donna può appagare il suo masochismo; con uno sottomesso, il suo sadismo. In questo modo, si abbandona alla sete di potere controllando un uomo sottomesso, e si concede il desiderio di sentirsi femminile con un uomo dominante.

26 – Se una donna ha una relazione con un uomo sottomesso, darà priorità alla propria felicità. Se è con un uomo dominante, darà la priorità alla felicità del suo uomo. Con un uomo dominante, l’idea è che renderlo felice la renderà felice. La felicità dell’uomo sottomesso non è così importante, prendersi cura della felicità di un uomo sottomesso non è nemmeno qualcosa che le interessi.

27 – Le donne vogliono che gli uomini si impegnino, gli uomini vogliono che le donne diano loro sesso. Corollario: a meno che l’uomo o la donna in questione non abbiano opzioni migliori, accetteranno di avere meno impegno o meno sesso, ma la cosa li renderà comunque infelici.

28 – Le donne contrattano per il controllo della dedizione di un uomo, gli uomini contrattano per il controllo del corpo di una donna.

29 – In quanto maschi, dovete presumere che ogni donna in cui vi imbattete sia promiscua. La naturale inclinazione maschile è considerare le donne innocenti, ma è più saggio presupporne sempre la promiscuità.

30 – La questione non è tanto sapere se si tratti di una troia, ma piuttosto se non si tratti una troia.

31 – La prudenza consiste nel chiedere una prova dell’innocenza femminile piuttosto che presumerne l’esistenza. L’assunto che l’innocenza sia una qualità intrinseca femminile è una tragedia universale, che ha causato danni enormi al genere maschile.

32 – “Verità” è tutto ciò che una donna considera verità. Se la verità astratta non soddisfa il suo interesse, una verità “alternativa” verrà creduta al posto di quella reale.

33 – Il femminismo non ha trasformato le donne in qualcosa di diverso da quel che sono. Sono stati il patriarcato e la religione a rendere le donne qualcosa d’altro rispetto alla loro natura. Il dominio maschile ha migliorato le donne, non solo per il bene degli uomini, ma anche per il loro stesso benessere. Il femminismo è il governo delle donne da parte delle donne. Tale “autogoverno” ha rivelato agli uomini la natura incivile delle donne. Rimuovendo i meccanismi sociali di controllo che incoraggiavano le donne ad essere nobili, il femminismo ha svelato la loro natura selvaggia. Tutto ciò che è negativo nelle donne è quindi aggravato dal femminismo.

34 – Gli uomini devono diventare potenti per essere amati; le donne e i bambini invece devono soltanto esistere per essere amati.

35 – Gli uomini ricordano il tempo in cui erano ragazzi. L’uomo ha una prospettiva lucida quando confronta l’affetto che riceve da adulto rispetto a quello dimostratogli da fanciullo. Le donne non sperimentano una perdita di affetto ricevuto così significativa. Pertanto, l’uomo deve rendersi conto che non sarà più amato come prima, perché se un ragazzo è molto amato, un uomo è meno amato: l’uomo ama di più, ma è quello che riceve meno amore. La profondità dell’amore materno scomparirà per sempre. Una fidanzata o una moglie non possono offrire tale amore, ed è ripugnante chiedere a una fidanzata dell’amore materno: solo gli uomini deboli richiedono tale amore. È forse la più amara di tutte le “pillole”.

36 – Il matrimonio è per le donne e gli avvocati, non è cosa da uomini.

37 – Il matrimonio serve a garantire sicurezza alle donne, a scapito della libertà degli uomini. Tradizionalmente l’uomo riceveva dei vantaggi in cambio di questa perdita di libertà: oggi non è più così.

38 – Il matrimonio è l’unico contratto esistente che consente a uno dei contraenti di violare gli accordi e successivamente accusare la parte che ha accettato di sottoscriverlo e rispettarlo.

39 – La donna è molto diversa dall’uomo e non vede il matrimonio come un contratto o una responsabilità. In esso vede la sicurezza, nonché una celebrazione di se stessa, la realizzazione di una fantasia infantile.

40 – Alcune persone pensano che il matrimonio sia necessario per far crescere degnamente i figli. Una volta era così, ma oggi i tempi sono cambiati. Le politiche femministe hanno trasformato quella che era tradizionalmente una “risorsa” in una condanna.

41 – Il divorzio distrugge i bambini. Non potete rovinare la vita dei vostri figli se decidete di non sposarvi sin dall’inizio.

42 – Le donne vogliono sposarsi perché, nella maggior parte dei casi, hanno tutto da guadagnare e nulla da perdere. Per gli uomini è il contrario. Le donne facoltose sono l’eccezione che rivela il vero significato del matrimonio.

43 – Sicurezza e dedizione sono una vittoria assoluta per le donne. Il matrimonio offre proprio questo. Il matrimonio risponde all’imperativo femminile realizzando il più grande desiderio di una donna. L’equivalente per gli uomini, la vittoria dell’imperativo maschile, è avere un harem de belles femmes.

44 – Se appartenete a una classe sociale elevata e dovete quindi contrarre un matrimonio “combinato”, create un fondo fiduciario per i vostri beni. È per la vostra sicurezza: ciò che non è “tecnicamente” vostro non vi potrà essere sottratto.

45 – L’acqua è bagnata, le donne sono machiavelliche.

46 – Le donne fanno del loro sesso un’arma, perché è la loro risorsa principale e spesso l’unica carta che possono giocare.

47 – Avere il controllo su uomini attraenti attraverso il sesso è in genere un atteggiamento femminile. Quando prevale la libido, le donne fanno sesso per piacere. Quando prevale la ragione, le donne razionano e limitano il sesso come una droga, per condizionare l’uomo, pavlovianamente, a fare ciò che vogliono.

48 – Quando una donna vuole manipolare un uomo che non trova attraente, usa la finta frigidità e il sex-appeal, piuttosto che il sesso.

49 – È nell’interesse di una donna lanciare segnali deliberatamente ambigui. C’è un grande potere nel sesso ed è nell’interesse della donna far baluginare a un uomo la possibilità di scoparsela. Finché l’uomo ci crede, la donna esercita potere su di lui.

50 – Se provate a discutere con qualcuno che pone le emozioni al di sopra della ragione, vi state impegnando in un esercizio futile che esaurirà la vostra pazienza. Perciò non discutete con le donne, perché è inutile. Non potete “discutere” con i sentimenti, ma solo manipolarli.

51 – Le donne sono mercenarie. Farebbero qualsiasi cosa per raggiungere i loro scopi. Cambiare compagno, mentire e tradire, solo per assicurarsi sempre quella che considerano l’opzione migliore. Questo è ciò che siete per una donna: un’opzione.

52 – La società sostiene che una donna alla quale avete rivelato le vostre debolezze apprezzerà la vostra “vera essenza”. È un mito, una menzogna colossale. L’uomo medio si aspetta ingenuamente che una donna apprezzi la sua vulnerabilità nello stesso modo in cui egli apprezza la vulnerabilità della donna nei suoi confronti. Ma una donna non ci riesce: di fronte a un tale onere, porrà fine alla relazione. La vostra vulnerabilità non sarà tollerata. L’errore dell’uomo è credere che l’attrazione per la vulnerabilità sia reciproca. Prima della rivoluzione sessuale, gli uomini lo sapevano bene.

53 – La superficiale vulnerabilità di una posizione di potere è qualcosa di attraente per le donne, e questo è quel che intendono per “apertura agli altri”. È una vulnerabilità sostanziale; invece non avere fiducia in se stessi non è per nulla attraente.

54 – Si crede che condividere le proprie debolezze dimostri fiducia e amore. Si pensa di poter creare dei legami attraverso il dolore. Ma è un errore. Ciò che una donna prova nei confronti delle debolezze di un uomo è solamente repulsione. Una donna non può rispettare la vostra debolezza o dolore, nonché il fatto che sia stato difficile per voi condividere certe cose. Alle donne non importa. Possono ammirare la vostra tenacia di fronte al dolore, ma non il bisogno di esprimerlo.

55 – Il denaro è per gli uomini ciò che il trucco è per le donne.

56 – Il denaro è più importante delle donne. Dovreste cercare di avere più denaro, non donne. È più probabile che voi otteniate donne facendo soldi, piuttosto che soldi flirtando con le donne. Senza ricchezza o un corredo genetico superiore, ve la giocate in hard mode. Il denaro migliora tutto e la qualità della donna che potete ottenere è la quintessenza del vostro potere finanziario.

57 – Gli uomini controllano una relazione mostrandosi indifferenti; le donne mostrandosi emotive.

58 – Le donne si nutrono dell’eccesso di emozioni, gli uomini invece non lo reggono (a parte la rabbia). La natura emotiva delle donne le rende quindi molto teatrali e “istrioniche”. Corollario: gli uomini con disturbi di personalità sono anch’essi istrionici e prosperano sulle emozioni. In questo modo, sono simili alle donne e si possono notare molte somiglianze tra donne e “mezzi uomini” (specialmente narcisisti).

59 – Le donne prosperano nel dramma, perché consente loro di trasformare le proprie emozioni in armi. Togliete loro le emozioni e non avranno armi con cui combattere. Una donna privata delle emozioni sarà disperata, perché gli servono per sostenere il suo assalto psicologico. Dunque tenterà di trarre emozioni da qualsiasi situazione, ingigantendo i problemi al fine di raggiungere l’indignazione necessaria per sostenere la sua aggressività psicologica.

60 – Le donne sono psicologicamente violente.

61 – Gli uomini effeminati e le donne mascoline non sono attraenti. Siamo programmati per aiutare le donne e rispettare gli uomini, non viceversa. Le donne ottengono potere sociale ispirando pietà, gli uomini ottengono rispetto (e quindi potere sociale) essendo potenti, non il contrario.

62 – Le donne sono la più grande minaccia alla vostra felicità a lungo termine. Secondo Nietzsche “sono il giocattolo più pericoloso”. State sempre all’erta. Molti grandi uomini nel corso della storia hanno combattuto guerre, accumulato ricchezze e costruito imperi. Qual è l’unica cosa che è riuscita a distruggere tali uomini straordinari? Le donne.

63 – Proteggete sempre il nucleo, il cuore, della vostra essenza: se scegliete di far entrare una donna nella vostra vita, non lasciartela mai entrare completamente. Immaginate di essere un castello e di lasciar entrare una donna senza mai darle le chiavi per i piani più alti. Quando si domanderà cosa c’è dietro quella porta e chiederà di entrare, ignorate le sue proteste e tentativi di manipolazione. Non aprite mai quella porta. Nessuna donna, tranne forse vostra madre, merita l’accesso alle stanze più alte del vostro “io”. Se credete che l’amore implichi la “condivisione assoluta”, non capite l’amore.

64 – Le donne conducono una doppia vita. Proiettano all’esterno una facciata da “brava ragazza”, mentre in segreto praticano l’assoluta depravazione. Sappiamo che comportarsi come una cagna abbassa il valore di una donna, e anche loro lo sanno bene. Ma piuttosto che non comportarsi da cagne, le donne preferiscono mentire e fare il doppio gioco.

65 – Più una donna ha partner sessuali, più è mentalmente instabile. Le donne che hanno dormito con molti uomini disumanizzano gli uomini attraverso il sesso. Queste donne sono delle pessime partner. Consapevoli del fatto che ciò danneggia il loro valore e al fine di indurre gli uomini a prenderle sul serio, distorcono il loro passato mentendo sul numero di uomini avuti.

66 – Se vuoi davvero conoscere il numero di partner che una donna ha avuto, fingi di non giudicare. Affermate di aver dormito con centinaia di donne. Dal conforto salterà fuori la verità.

67 – La maggior parte delle donne preferisce migliorare la propria capacità di fingere, ingannare o mentire, piuttosto che migliorare qualcosa in sé.

68 – L’interesse che le donne nutrono per la psicologia come disciplina non è altro che la manifestazione delle loro innate disposizioni machiavelliche: studiando la psicologia cercano di migliorare le loro “performance”.

69 – Le donne chiedono agli uomini un livello di moralità più elevato, rispetto al livello di moralità che si impongono. Pertanto, sono propense ad adottare una posizione morale superiore, nel tentativo di apparire “pure” mentre manipolano gli altri. Non fatevi ingannare.

70 – Gli errori di una donna non contano mai, gli errori di un uomo non vengono mai dimenticati.

71 – È probabile che un uomo senza padre o con un padre debole diventi un effeminato. Una donna cresciuta senza padre o da un padre debole diventerà probabilmente mascolina. I bambini cresciuti male sono adulti disfunzionali. Queste persone possono intraprendere la strada del miglioramento e riuscire a “riprogrammare” se stesse, ma è un evento raro e non dura molto. Come genitori prendetevi cura dei vostri figli, lasciate che gli uomini crescano virili e poco indulgenti. E le donne capiscano di non essere più importanti della loro famiglia: non siete nulla, senza famiglia. Tradite i vostri figli e il loro padre a vostro rischio e pericolo.

72 – Se non avete ancora ottenuto quel che volete dalla vita, non iniziate una relazione seria con una donna. La sua percezione rimarrà ancorata alla vecchia versione di voi stessi, i suoi problemi ostacoleranno i vostri progressi. Mentre proverete a migliorarvi, lei si lamenterà, diffonderà energia negativa e vi soverchierà. La sua negatività vi contagerà e ostacolerà la vostra crescita.

73 – Le donne raramente rappresentano un’opportunità, essendo perlopiù un vincolo e quindi una responsabilità. Le donne sono una specie di buco nero per i soldi, il tempo libero e tutte le altre preziose risorse che possedete. Ecco perché il vostro tempo e dedizione vengono apprezzati: non sprecatelo con chi non lo merita. Siate selettivi nelle vostre relazioni.

74 – Le donne pensano di avere tutti i diritti. Supponiamo che tutte siano così (anche se c’è qualche eccezione). Una donna mostra a malapena riconoscenza per l’impegno di un uomo. C’è un problema che tua moglie vuole che tu risolva? Non è una richiesta, è un imperativo. Ai suoi occhi, è tuo dovere aiutarla. Non otterrai rispetto o apprezzamento aiutando una donna, perché la sua natura narcisistica le rende intrinsecamente ingrate. Una donna può essere condizionata ad agire diversamente, ma se non lo è, sceglierà l’ingratitudine come comportamento predefinito.

75 – Le donne raramente apprezzano e spesso pretendono.

76 – Le donne sono egoiste per natura, non possono elevarsi al pensiero astratto. A loro non importa delle cose che non le riguardano. Se volete che una donna si preoccupi di qualcosa, dovete mostrarle come influenzerebbe direttamente la sua esistenza. Altrimenti, sarà disinteressata e indifferente.

77 – Solipsismo significa che le donne non percepiscono il mondo come un’entità astratta, ma semplicemente come stimolo. Pertanto, la loro visione della realtà non percepisce il mondo come indipendente da se stesso, ma come esistente in relazione a loro.

78 – Le donne sono molto sensibili al pensiero di gruppo e al “consenso del gregge”: non gli piace distinguersi, si sforzano di essere percepite come “normali”. Questo è vero anche per gli uomini; tuttavia nelle donne l’effetto è molto più pronunciato.

79 – La maggior parte delle donne si definisce in base alla sua bellezza, nient’altro che in riferimento al proprio corpo. Le donne non belle che puntano sul loro intelletto sono spesso gelose delle donne attraenti, perché non vorrebbero faticare di più per raggiungere un successo simile, o anche minore.

80 – Se non fate parte del 20% degli uomini superiori, non esistete. Ogni volta che le donne affermano che la vita per i maschi sia “più facile”, si riferiscono solo al 20% di essi. Le donne sono così privilegiate che non notano nemmeno la lotta per la sopravvivenza della stragrande maggioranza degli uomini. Questi uomini sono “invisibili” a causa dell’ipergamia. Se un uomo fa parte dell’80%, può essere attaccato, deriso, umiliato.

81 – Non entrate mai in una relazione da cui non potete sfilarvi. Se vi accorgete di esser diventati “dipendenti”, è il momento di andarsene.

82 – Le donne sono volubili, non dipendete da esse. Più in generale, dovreste dipendere da qualcuno per funzioni specifiche, ma separate, in modo che se un domino cade, il resto non ne subirà le conseguenze. Ciò vi consentirà di essere realmente indipendenti e sostituire le persone che smettono di svolgere un ruolo. Mantenete tale atteggiamento nelle interazioni con le donne e migliorerete le vostre capacità seduttive.

83 – La reputazione è tutto ciò che esiste per una donna. Per lei è più importante di qualsiasi altra preoccupazione morale, regola o questione di principio.

84 – Le donne odiano essere criticate o giudicate: anche quando un’osservazione viene fatta in modo costruttivo, la percepiranno come un attacco alla loro reputazione. Le donne pretendono la verità, per soddisfare il proprio ego e darsi importanza, ma non possono accettarla. Questo è il motivo per cui parliamo in modo diverso alle donne, mentre agli uomini preferiamo dire le cose come stanno.

85 – Ignorate ciò che dice una donna, ma osservate cosa fa. Le donne mentono con una frequenza incredibile. Se a ciò uniamo il “solipsismo” di cui sopra, otteniamo un essere totalmente slegato dalla realtà. Corollario: non menzionate mai la “pillola rossa” con le donne, mettetela solo in pratica. Perché se odiano le idee qui professate, ne ameranno gli effetti.

86 – Le donne sono ossessionate dal mostrare qualità che a malapena possiedono: logica, maturità, riflessione, autocoscienza introspettiva, ecc.

87 – Le donne sono perpetue adolescenti. Confondono l’autostima e le preferenze personali con la maturità, ma la maturità è qualcos’altro. L’affermarsi non è indice di maturità. La maturità è commisurata alle responsabilità che si possono assumere, nonché dalla capacità di far fronte alla pressione che esse implicano. Le donne ottengono un punteggio scarso su questi due indicatori rispetto alla controparte maschile.

88 – Una donna non matura più di molto dopo i 18 anni. Diventa solo più esigente con l’età, confondendo crescita e sviluppo. Allo stesso modo, le donne sono infinitamente più ossessionate dalla maturità degli individui, usandolo come punto di contesa per manipolare le persone. Ed è quindi con profonda ironia che le donne mettono alla prova gli uomini per la loro maturità, credendo che i comportamenti maschili che disapprovano siano infantili. Le donne maturano prima degli uomini, ma poi non maturano più. E così, maturano di meno.

89 – Il femminile, per sua natura, ha costantemente bisogno di attenzione, è piagnucoloso, soggetto all’illusione e poco introspettivo. Tratti che generalmente lo associamo ai bambini. Non è quindi ingiusto affermare che le donne maturino meno degli uomini.

90 – Le donne giocano, ma dicono di non giocare e detestano chi lo fa. Fa parte del loro gioco.

91 – Il cervello limbico di una donna finirà per prevalere sulla parte superiore del cervello. I meccanismi che regolano il comportamento femminile sono universali e si impongono sulle ragioni più elevate nel processo decisionale femminile. Questo è ciò che intendiamo per “tutte le donne sono così”. Le persone che interpretano la frase in riferimento agli aspetti più superficiali delle donne non comprendono l’essenza dell’affermazione.

92 – La virilità di un uomo è indicata dalla coerenza delle sue azioni, la femminilità di una donna è dedotta semplicemente dalla sua età. Invertendo il ragionamento, le donne ritengono che i comportamenti maschili che non apprezzano siano “da ragazzini”, mentre distingueranno tra ragazze e donne per respingere le critiche negative nei loro confronti. Ad esempio, la donna media dirà che i nostri aforismi “maschilisti” si applicano alle ragazzine, non alle donne. E, naturalmente, una donna abbastanza sciocca da impegnarsi in tale razionalizzazione vedrà sempre se stessa come donna, mai come ragazza.

93 – Se pensi che una donna sia fuori dalla tua portata, allora resterà fuori dalla tua portata e non la sedurrai. È una profezia che si autoavvera.

94 – La profondità di un uomo è misurata dalla complessità della sua logica e della sua filosofia. La profondità di una donna è misurata dalla complessità del suo processo di analisi e interpretazione delle proprie emozioni.

95 – Più una donna è bella, più uomini sopporteranno le sue stronzate e accetteranno da lei qualsiasi cosa. Tuttavia fareste meglio a non soprassedere su nulla.

96 – Un uomo che si mette facilmente in relazioni serie e si dedica senza indugi a qualsiasi donna è l’equivalente maschile di una troia. Un tale uomo sarà usato dalle donne, ma data la sua natura prontamente disponibile e la facilità di ottenere l’intimità emotiva, non sarà mai desiderato. Questa dinamica a senso unico è ciò che costituisce la leggendaria friendzone.

97 – Le donne hanno sete di mascolinità. Se siete in una relazione ma non siete abbastanza maschi, la vostra compagna vi tradirà: non è una questione di “se”, ma di “quando”. Da questa prospettiva il successo di una relazione è vostra responsabilità, non della donna.

98 – Se non vi comportate in modo maschio e non vi trovate a vostro agio con la vostra mascolinità, le donne vi maltratteranno fino a quando non imparerete a esser maschi. La natura delle donne insegna agli uomini la mascolinità quasi per riflesso. Il modo in cui una donna vi ferisce, vi farà diventare maschi migliori. Sono le donne a condurre gli uomini verso la “pillola rossa”.

99 – Gli uomini sono intrinsecamente sospettosi delle donne perché la loro incoerenza mina la loro credibilità. Le donne sono intrinsecamente diffidenti nei confronti degli uomini perché temono il desiderio fisico senza la volontà di impegnarsi.

100 – L’uomo di poco valore non può fare nulla di buono, l’uomo di gran valore non può fare nulla di cattivo. Più alto è il tuo valore sociale, meno le regole varranno nei tuoi confronti.

101 – Il fascino di una donna deriva dalla sua allegria, il fascino di un uomo dalla sicurezza. Una donna inconsolabile è poco attraente, alla paria di un uomo timido.

102 – Gli uomini devono guadagnare valore, le donne preservarlo. Per questo motivo, l’età di una donna è un tabù, mentre l’età di un uomo non ha importanza. Il passare del tempo è più utile a un uomo che a una donna.

103 – Se andate dietro a una donna, arrendetevi immediatamente. Avete già perso, perché è lei che dovrebbe venirvi dietro. Dovete essere la merce, non l’acquirente (sic).

104 – Gli uomini manipolano la natura, le donne manipolano gli uomini. La civiltà è la creazione dell’uomo; l’uomo è la creazione della donna.

105 – Il narcisismo dona a un uomo, ma al contempo non rende una donna più bella. Il narcisismo maschile attrae le donne, il narcisismo femminile non attrae gli uomini.

106 – Un uomo deve essere più narcisista di una donna per attrarla. Nelle culture che adorano le donne, la donna media è più narcisista della sua controparte maschile e, quando ciò accade, la maggior parte degli uomini vengono considerati poco attraenti.

107 – Il narcisismo funziona da grande equalizzatore tra la bellezza femminile e la mancanza di bellezza negli uomini comuni. Quando le donne sono altrettanto narcisiste di un uomo, se non di più, un tale equalizzatore scompare. Ma essere vanaglorioso non ha mai impedito a un uomo di accoppiarsi.

108 – Date a una donna meno attenzioni di quelle di cui ha bisogno e lei vorrà più attenzioni. Datele tutte le attenzioni che desidera e non vi vorrà più. Agli occhi delle donne l’uomo che si prende cura di ogni loro capriccio perde ogni valore, quindi cercate diventare “frugali”; quando si tratta di attenzione, è facile per un uomo essere troppo generoso, ma è quasi impossibile per lui essere troppo frugale.

109 – Per quanto riguarda le donne, il valore mostrato e il valore reale è sempre una questione di falsa equivalenza; il valore che afferma di avere supera quasi sempre il suo valore reale.

110 – Se una donna si presenta l’occasione di incolpare un uomo per le decisioni che ha preso autonomamente, lo farà. Se riesce a trovare un modo per evitare il senso di colpa, lo farà. Questi due fenomeni dimostrano chiaramente che le donne sono allergiche alla responsabilità e odiano essere ritenute responsabili.

111 – Le donne hanno la tendenza a distrarvi dalla vostra missione: non consentiglielo.

112 – La differenza tra ragazze e donne non è così grande come la differenza tra ragazzi e uomini.

113 – La facciata morale di una donna non è altro che un meccanismo di umiliazione progettato per manipolare gli uomini. Siate spudorati, in modo da impedir loro di dominarvi coi sensi di colpa.

114 – Le donne non possono provare attrazione verso la debolezza maschile, ma gli uomini sono attratti dalla vulnerabilità femminile. Dal punto di vista sessuale dunque non può esistere uguaglianza, perché la base stessa dell’attrazione femminile richiede che il fardello della forza, della confidenza e del dominio ricada sull’uomo.

115 – Ogni volta che insorge un problema tra un uomo e una donna, la colpa ricade sempre sull’uomo e mai sulla donna. E quindi, per questo motivo, spetta all’uomo, non alla donna, risolvere il problema. Anche quando è ovvio che la responsabilità è femminile, la società rifiuterà ogni indicazione di buon senso e darà sempre la responsabilità è dell’uomo. Sarebbe quindi inverosimile presumere che a livello inconscio le persone credano sia più facile obbligare un uomo che una donna per mezzo della ragione?

116 – Le donne sono definite dalle loro relazioni, gli uomini dalle loro realizzazioni.

117 – L’impotenza femminile è una virtù che incita alla generosità e alla simpatia, l’impotenza maschile è una colpa che incita al disgusto e all’antipatia. Le donne sono indipendenti solo per scelta, gli uomini invece non possono sceglierlo.

118 – Ogni uomo che ha bisogno di una donna non è un uomo che una donna possa desiderare. Le donne vogliono sentirsi desiderate, non vogliono che un uomo abbia bisogno di loro, non possono sopportare di essere necessarie a un uomo. Avere bisogno di una donna è perderla, le donne non sono attratte da un desiderio che si trasforma in bisogno.

119 – Le donne sono il sesso che ha più bisogno dell’altro, avere bisogno è una posizione di debolezza, una posizione di debolezza richiede una grande doppiezza.

120 – La logica è il regno degli uomini, l’astuzia è il regno delle donne, mentre la strategia è il regno dell’ingegnosità maschile.

121 – Il sex appeal di una donna è il fulcro attraverso il quale può ottenere qualsiasi cosa; da qui la miseria delle donne brutte. È nell’istinto di una donna trarre vantaggio dal desiderio di un uomo per soddisfare i suoi bisogni materiali ed emotivi. Al contrario, gli uomini approfittano solo del desiderio delle donne per i loro bisogni sessuali.

122 – Le donne odiano essere ridotte a oggetti da uomini di minor valore, perciò trasformano questa oggettivazione sessuale in una lotta femminista. Eppure dietro questo disgusto c’è il desiderio di essere ridotte tali da un uomo di valore superiore. L’uomo debole non ottiene nulla, l’uomo forte trarrà vantaggio da tutte le perversioni di una donna.

123: Mirare a un uomo di grande valore è l’obiettivo delle donne, anche se non sono mai del tutto sicure di ottenere il meglio su piazza.

124 – Un balcone sembra più maestoso visto dal basso che quando ci si trova sopra, ma l’ipergamia non se ne rende conto.

125 – Le donne oggi pensano che gli uomini non siano abbastanza virili, e gli uomini oggi pensano che le donne non siano abbastanza femminili. Entrambi hanno ragione, l’androginia domina il nostro tempo.

126 – Se una donna vi accusa quando non avete fatto nulla, ci sono buone probabilità che stia proiettando la propria infedeltà su di voi: per questo dovreste lasciarla.

127 – Il motivo per cui le donne crescono male i figli è perché osservano le cose solo da una prospettiva femminile. Un figlio abbandonato alle sole cure della madre, senza alcuna influenza maschile, è destinato a diventare un fallito. La madre più amorevole non può crescere adeguatamente un figlio perché le manca l’astrazione necessaria per comprendere o entrare in empatia con il punto di vista maschile. Questi sono i limiti della sua natura femminile, non è una scelta.

128 – Le donne hanno bisogno di pensare al loro ex come a un perdente, di sentirsi come se avessero fatto la scelta giusta. Se l’ex è un vincente o un uomo di successo, la donna si renderà conto, almeno inconsciamente, che la sua ipergamia non è granché, e proverà rimpianto.

129: Se riponete la vostra fiducia nella coscienza di una donna, per costringerla a fare le scelte giuste, siete naturalmente degli idioti.

130 – Più una donna è intelligente, più è in grado di razionalizzare le sue emozioni in modo sottile.

131 – L’idea di “anima gemella” non è che un’idealizzazione che le donne si fanno sul 10% degli uomini di valore più alto, nel loro inconscio collettivo. Gli uomini non hanno un’anima gemella, hanno soltanto donne che gli piacciono o non gli piacciono.

132 – Come uomo, per vincere o per perdere, bisogna correre dei rischi; rimanere compiacenti e passivi è un privilegio femminile: gli uomini portano il fardello del “risultato”. Assumersi dei rischi è parte integrante dell’identità maschile, quando la natura ti dà i cromosomi XY, ti impone di correre dei rischi. Gli uomini mansueti e indolenti non ottengono nulla dalla vita.

133 – Le donne mascoline sono solo dei simulacri d’uomo, poiché imitano la ferocia maschile senza riuscire a imitare anche la ragionevolezza e il senso di responsabilità.

134 – Una donna può forse odiare un uomo che non vuole darle tutto ciò che vuole, ma sicuramente odierà un uomo che le dà tutto ciò che vuole senza combattere.

135 – Man mano che una donna invecchia la sua capacità di attrarre un partner di alto livello diminuisce, mentre in un uomo aumenta. Nel gioco delle relazioni, le donne sono più intelligenti degli uomini perché le donne iniziano in una relazione quando il loro valore diminuisce, mentre gli uomini nel momento in cui aumenta.

136 – Quando si parla di fertilità e desiderabilità, il tempo è dalla parte dell’uomo, non della donna. Dal punto di vista maschile, sembra che le donne abbiano sempre fretta di raggiungere un alto livello di coinvolgimento; anzi, le donne hanno fretta perché sentono il loro valore declinare.

137 – In una relazione, un maschio alfa darà alla compagna false opportunità di esercitare il potere (come scegliere il colore delle tende), quando invece è in grado di controllare la relazione con fermezza. L’ego femminile necessita di un’illusione di potere, alle donne deve dunque essere dato un potere senza conseguenze.

138 – Se siete dei vincenti, le donne si prenderanno cura di ogni vostro problema, mentre se siete dei perdenti, è come se non esistesse ai loro occhi.

139 – Quando siete in una posizione di forza, potete essere scortesi e indisciplinati e la vostra donna si scuserà per gli errori da voi commessi. Se siete dei perdenti, vi addosserà gli errori che lei stessa ha commesso.

140 – Proprio come un genitore debole cede su tutto con suo figlio, a discapito di entrambi, così un uomo debole cede su tutto con la propria donna.

141 – Il rapporto dell’uomo con la donna è il rapporto del sesso con l’impegno. Gli uomini seducono le donne dal punto di vista sessuale, le donne attraverso l’impegno. Le donne danno il là, gli uomini si impegnano.

142 – Meno sarete emotivamente disponibile, più lo sarà lei, ed è vero anche il contrario.

143 – Il trucco per difendere gli spazi maschili dall’influenza femminile è scioccare il 99% delle donne. Il restante 1% saranno: a) intelligenti, b) psicopatiche; c) masochiste.

144 – L’innocenza è l’illusione preferita dalle donne, e quando apparentemente c’è innocenza nell’aria, è appunto quasi sempre un’illusione.

145 – Non siate onesti con donne che vorreste trasformare in ammiratrici: se siete troppo onesti la vostra onestà offenderà, e questo è un errore: profondo è il disprezzo di una donna verso un uomo che ha osato renderla partecipe a una realtà più confortevole di quella che conosce.

146 – Dopo la fine di una relazione, le donne si riprendono più velocemente degli uomini perché è più facile per loro trovare un sostituto, investono meno in una relazione ed eccellono nel riscrivere i propri ricordi, per cancellare tutte le belle immagini che avevano di voi.

147 – Le donne sono schiave eccellenti, ma padrone terribili. È sconsigliato dar potere a una donna, se volete che la cosa su cui le avete dato potere rimanga intatta e funzionante.

148 – Le donne sono fedeli solo al potere: se avete potere, avrete donne; perdete il vostro potere ed esse vi tradiranno.

149 – Se non siete un uomo dominante dotato di grande forza, non piacerete alle donne. Le donne sono attratte da quei maschi che sono più spietate di loro. Qualsiasi accordo o impegno preso in assenza di una tale personalità è un accordo di convenienza economica, non di amore.

150 – Una donna single è una donna che non può garantirsi impegno da parte di un uomo, un un uomo single è un uomo incapace di garantire tale impegno.

151 – Se una donna smette improvvisamente di cercare la vostra attenzione, la sta ottenendo da qualcun altro.

152 – Più una donna è anziana, più sente l’urgenza di “sistemarsi” con un uomo; più un uomo è anziano, più è riluttante ad assumere un impegno.

153 – Dovreste reagire alla soggezione che una donna vorrebbe suscitarvi, suscitando in lei una soggezione uguale o maggiore.

154 – Per conquistare l’ego di una donna, dovete considerare tutto ciò che fa come qualcosa di sospetto, farvi beffe di lei, fare il bello e il cattivo tempo; solo così trionferete. Il bello di questa strategia è che anche se la donna sa il motivo per cui vi comportate così, ciò non diminuisce l’efficacia della manovra: il dominio è comunque dominio.

155 – Non appena una donna vi dice qualcosa su se stessa, aggiungete mentalmente “In questo momento mi sento così” e la capirete meglio, perché è capricciosa e volubile come tutte.

156 – Le intenzioni di una donna sono solo una conseguenza dei suoi stati d’animo e non si basano su affermazioni vincolate a qualche codice d’onore; quindi, un cambiamento di umore in una donna annullerà nella sua mente qualsiasi proposito precedente.

157 – Le donne devono lavorare sodo per rendersi simpatiche, gli uomini devono lavorare sodo per rendersi sessualmente desiderabili.

158 – Se una donna dice che ha bisogno di “spazio”, “tempo” o “pausa”, non discutete, non tentate di sostenere le vostre ragioni. Scomparite. La facilità con cui ve ne andrete la renderà esitante e le farà dubitare di aver preso una buona decisione.

159 – Idealmente, il bisogno di una donna di sentirsi al sicuro dovrebbe superare il suo bisogno infantile e narcisistico di fare cose di cui segretamente non vorrebbe essere ritenuta responsabile.

160 – È difficile per un bambino comprendere le pressioni esistenziali che gli adulti possono subire. In misura minore, lo stesso vale per le donne nei confronti degli uomini.

161 – Una donna che ha problemi di autostima può ancora ottenere un uomo di qualità, perché la mancanza di fiducia in se stessa è un tratto caratteriale passivo e femminile. L’audacia è onere dell’uomo.

162 – Dietro ogni giovane donna distrutta che aveva del potenziale c’è o un uomo che le ha spezzato il cuore, o un’altra femmina miserabile che le ha avvelenato il cuore.

163 – Nonostante tutte le astuzie e le abilità nell’affascinare e ingannare il prossimo, la femminilità non è brava a prendere decisioni. La ragione per cui una donna è abile nell’astuzia ma carente nel processo decisionale è perché si è evoluta per “conformarsi”, non per ragionare.

164 – Quando siete in una relazione con una donna, dovreste attrarla verso l’alto, altrimenti lei vi tirerà verso il basso.

165 – Quando le donne vincono, tutti perdono, comprese le donne stesse. Sono masochiste e con una tendenza all’autodistruzione, distruggeranno loro stesse e chiunque venga in loro aiuto, se glielo lo si consente.

166 – Le donne egoiste pensano di essere al di sopra della sottomissione perché hanno dimenticato il loro posto, ma i maschi alfa vogliono la sottomissione, non il conflitto.

167 – La maggior parte delle donne si mostra cauta con gli uomini perché è consapevole delle loro intenzioni, ma quando qualche femmina più grande tenta di “corromperle”, ecco che diventano credulone.

168 – Gli uomini prosperano a contatto con la realtà, le donne prosperano distaccate dalla realtà, in quanto la perdita dell’innocenza rafforza gli uomini e danneggia le donne.

169 – Nonostante la moderna narrativa culturale che ci fa credere che gli uomini siano infedeli, in realtà sono le donne a essere responsabili della maggior parte dei divorzi per adulterio. Le donne hanno più opportunità di essere infedeli e sono meno virtuose, quindi è solo attraverso il meccanismo della disciplina costante e spietata che si comporteranno correttamente.

170 – La virtù di una donna è direttamente proporzionale al livello di crudeltà a cui la sottopone il suo uomo.

171 – Se una donna vi vede come meschini, poco raccomandabili, senza uno straccio d’etica e moralmente poco reprensibili – allora la state conquistando.

172 – Una donna che si vanta della sua capacità di fingere sottomissione non è una vera donna, è solo un espediente, l’equivalente femminile di un uomo falsamente dominante.

173 – La lealtà non è un tratto femminile.

174 – Nonostante le affermazioni contrarie, le donne si preoccupano meno del livello di etica di un uomo che dei suoi geni e delle sue conquiste. In quanto tali, le donne inventeranno razionalizzazioni sull’etica per raccogliere i benefici del vostro corredo genetico e dei vostro successi.

175 – Gli uomini dovrebbero guidare le donne, ma le donne sono naturalmente più astute degli uomini, quindi gli uomini più validi sono leader molto astuti.

176 – Sentirsi al sicuro con un uomo che potrebbe ucciderla è qualcosa di afrodisiaco per la donna, perché tale situazione genera un’attrazione viscerale mista a una dolcezza sensuale, che costituisce una sorta di armonia tra le polarità maschili e femminile.

177 – Quando le ignora i vostri test, voi ignorate la sua esistenza.

178 – Se la fate sempre venire da voi per prima, avete vinto. Non dandole attenzioni, le state facendo capire che non avete bisogno di lei e che avete altre opzioni. Se è lei a inseguirvi, finisce per essere coinvolta e così, inconsciamente, si convince che ha bisogno di voi.

179 – Negli uomini la necessità di dimostrare costantemente la propria mascolinità è spesso usata contro di lui dalle donne, nel tentativo di sfruttarla a proprio favore.

180 – Le donne sono così incredibilmente egoiste che, anche se rovinate e compromesse, non cercano di migliorarsi, ma di essere semplicemente desiderate e accettate a prescindere dai loro trascorsi.

181 – Non avrete mai tregua con le donne. Se scegliete male la vostra donna, essa si rivelerà arrogante ed esigente. Potrebbe essere rimessa al suo posto, ma si ribellerà spesso. Se scegliete una donna di valore, sarà insicura e richiederà attenzioni. In ogni caso, sarà emotivamente instabile quanto la donna scelta male, e quindi in entrambi i casi vi metterà alla prova incessantemente per testare la sicurezza del vostro dominio.

182 – Le donne non si preoccupano delle emozioni degli uomini perché sono emotivamente egoiste ed egocentriche. Le donne rispettano la capacità di un uomo di fargli provare tutta una serie di emozioni, la loro naturale inclinazione è sentirsi desiderate e provare dolore.

183 – Una donna che voglia combattere più di quanto desideri sottomettersi è indegna di una relazione.

184 – Le donne vere sono sottomesse e le donne sottomesse bramano sicurezza, non controllo.

185 – Indipendentemente dalle loro qualità intrinseche, le donne vogliono stare con un “cattivo” che non avrà paura di trattarle come “bottino di guerra” alla stregua delle loro antenate.

186 – A causa della mancanza di una narrativa coerente e non contraddittoria, le opinioni delle donne sono praticamente inutili.

187 – Sarete sempre in guerra con le vostre donne. E anche se avranno bisogno di voi, lotteranno sempre a vostre spese. Se non comandate, non sarete nulla ai loro occhi.

188 – A causa della loro natura intrinsecamente masochista, le donne cercano di distruggere se stesse e qualsiasi uomo che osi aiutarle.

189 – Quando gli uomini non riescono a dominare il caos femminile, quando erompono le ondate di emozionalità femminile, non resta altro che l’abisso.

190 – Non illudetevi: le donne rappresentano l’elemento caotico dell’umanità, gli uomini l’ordine. È quindi dovere dell’uomo ordinare il caos delle donne con giustizia e disciplina.

191 – In una crisi, la vostra prima preoccupazione non dovrebbe essere risolvere il problema, ma contenere lo stato emotivo della vostra compagna. Una volta che le sue emozioni siano state contenute, ciò permetterà di appianare le questioni, perché fino a quando le sue emozioni femminili non saranno affrontate, la donna non offrirà altro che attacchi di panico e piagnistei.

192 – Per quanto riguarda le femmine, tutto sfocia nell’emozione. I sentimenti sono ciò che la maggior parte delle donne padroneggia, e anche per le donne familiari con la logica, i sentimenti sono ancora il sistema di valori di riferimento. La logica per il femminile è un qualcosa di pittoresco e noioso.

193 – Le donne intelligenti ed egoiste fingono di essere sottomesse e usano questa apparenza come strumento per ottenere ciò che vogliono.

194 – Le donne devono aver bisogno di voi più di quanto voi abbiate bisogno di loro, altrimenti penseranno di esser migliori di voi. Come uomini non avete bisogno di una donna: il diritto alla debolezza è prerogativa esclusiva del femminile.

195 – La sottomissione femminile è una via d’accesso all’anima maschile.

196 – Gli uomini sono migliori lavoratori, le donne sono migliori “custodi”; gli uomini riescono meglio nell’economia, le donne nella famiglia.

197 – Una donna pigra è un cattivo partner e una madre ancora peggiore.

198 – Se i rapporto si “de-sessualizzano” per un lungo periodo di tempo, siete nei guai. La fine del flirt è la fine della relazione.

199 – A volte la distruzione deve precedere la creazione, perché l’ideale possa rinascere. Tenendo questo in mente, e con sufficiente abilità, l’uomo può distruggere la donna per ricostruirla nell’immagine desiderata, ma se a una donna viene concesso di distruggere un uomo, lascerà solo macerie.

200 – Se la donna riesce a superare rapidamente la fine della vostra relazione, allora non siete stati abbastanza brutali con lei.

8 commenti su “Aforismi Maschilisti

  1. Il punto 4 è obsoleto, va sostituito col seguente

    4bis – Le donne amano gli animali domestici come gli uomini amano le donne.

  2. …questi aforismi sono inaccettabili nel misura in cui sono espressione di una laicitè disperata e devastante, in essi non c’è traccia di Dio Padre, garante di tutti i padri, figli, uomini e maschi.
    Ti diffido da spacciare codesto materiale a nome di tutti i tuoi lettori cattolici.

  3. Dimostri una certa ignoranza dell’argomento, leggi qualcosa dell’antico testamento o dei padri della chiesa per rimanere in ambito cristiano e ti renderai conto che l’immagine della donna viene tratteggiata assai più duramente di questi aforismi.

      1. Il mio commento era riferito all’anonimo che invocava una pretesa inconciliabilità tra tali aforismi e la posizione del cattolicesimo, non di certo a mister T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.