Australia: curare il coronavirus con farmaci contro Aids e malaria

Have they found a cure for the coronavirus? Australian researchers claim two existing drugs could ‘cure’ COVID-19 after patients they tested responded ‘very well’ to treatment
(Daily Mail, 16 marzo 2020)

Secondo alcuni scienziati australiani i farmaci usati per curare l’HIV e la malaria potrebbero servire per combattere il coronavirus.

Un team di esperti di malattie infettive presso l’Università del Queensland a Brisbane afferma di aver osservato due farmaci esistenti riuscire a contrastare le infezioni COVID-19.

La clorochina, un farmaco antimalarico, e la combinazione lopinavir/ritonavir che sopprime l’HIV hanno entrambi mostrato risultati promettenti nei test umani e hanno fatto sparire il virus nei pazienti infetti.

I farmaci vengono testati mentre ricercatori e dottori in tutto il mondo si affrettano a cercare un vaccino, una cura o un trattamento per il virus mortale.

Circa 170.000 persone in tutto il mondo sono state infettate dal coronavirus e oltre 6.500 sono morte. Dopo che la Cina è riuscita a gestirne lo scoppio improvviso, altri paesi sono stati travolti dall’epidemia: quasi 25.000 contagiati in Italia, circa 14.000 in Iran, 8.000 in Spagna e oltre 5.000 in Germania e Francia.

Il professor David Paterson spera di coinvolgere il maggior numero di pazienti in studi farmaceutici su larga scala entro la fine del mese. Egli crede che non sarebbe sbagliato considerare questi farmaci un possibile “trattamento o cura” per l’infezione respiratoria mortale, perché quando il farmaco per l’HIV lopinavir/ritonavir è stato somministrato a persone infette dal coronavirus in Australia, esso ha portato alla “scomparsa del virus”.

Sebbene il trattamento sia risultato efficace per alcuni casi, non ci sono stati test controllati necessari per testare un nuovo farmaco, ha detto Paterson.

“Quella prima ondata di pazienti cinesi che abbiamo avuto (in Australia), hanno reagito molto bene quando sono stati trattati con il farmaco per l’HIV. Quel che vogliamo fare ora è un ampio studio clinico in tutta l’Australia, su 50 ospedali, per confrontare l’effetto dei farmaci e le loro combinazioni”.

Ci sono stati circa 300 casi confermati di coronavirus in Australia e tre persone sono morte.

Il lopinavir/ritonavir, il farmaco anti-HIV in fase di test, è commercializzato sotto il nome di Kaletra. È un farmaco antivirale che può essere assunto due volte al giorno dalle persone con infezione da HIV al fine di ridurre i livelli del virus che circola nel corpo.

L’uso regolare del farmaco ha lo scopo di impedire che l’HIV progredisca verso l’AIDS, e può anche ridurre il rischio che le persone trasmettano l’infezione ad altri.

Si tratta di un tipo di farmaco chiamato inibitore della proteasi, che agisce impedendo ai virus di utilizzare un enzima chiamato proteasi, essenziale alla loro diffusione.

Senza proteasi i virus non possono creare loro duplicati completamente maturi e infettare altre cellule sane, quindi l’infezione non può diffondersi. Si ritiene che questa capacità di impedire a un virus di riprodursi e infettare nuove cellule sia ciò che apparentemente rende Kaletra un efficace trattamento al coronavirus.

3 commenti su “Australia: curare il coronavirus con farmaci contro Aids e malaria

  1. Come va la quarantena a Milano? Io ti scrivo via mail ma tu sei peggio delle fighe e mi ignori, non è che finisce tutto nella cartella dello spam? 🙂

    1. Sì scusa ho problemi con gmail e non ho email alternativa da darti, immaginavo mi avessi scritto…
      La quarantena è molto stressante, non sappiamo nemmeno quanto durerà a questo punto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.