Belgio: insegnante sospeso per aver mostrato in classe una caricatura di Charlie Hebdo su Maometto

Un insegnante di Bruxelles è stato sospeso per aver mostrato ai propri studenti di dieci-undici anni una vignetta pubblicata da Charlie Hebdo in cui il Profeta appare nudo, considerata “oscena” dalla direzione scolastica.

La notizia, riportata dal quotidiano La Libre Belgique il 30 ottobre, è stata confermata dal portavoce del sindaco di Molenbeek, il comune di Bruxelles dove si sono verificati i fatti (noto alle cronache come “santuario jihadista” d’Europa). Secondo il portavoce, Rachid Barghouti, “un paio di genitori” si sono lamentati con la direzione della scuola che un disegno in cui il Profeta è ritratto mentre mostra i genitali sia stato brandito di fronte a “bambini di quinta elementare” nell’ambito di una lezione sulla libertà d’espressione.

Non appena appreso dell’iniziativa del docente, il dirigente scolastico ha denunciato il tutto all’autorità di controllo della Giunta comunale. L’insegnante “è stato ascoltato giovedì dal collegio municipale e sospeso”, ha detto Rachid Barghouti. “Non è una sanzione, è l’avvio di un procedimento disciplinare”. Settimana prossima è prevista una nuova udienza per decidere su una possibile sanzione.

“La nostra decisione si basa esclusivamente sul fatto che si tratta di immagini oscene, se non fosse stato il Profeta come soggetto avremmo preso esattamente la stessa decisione”, ha detto il portavoce di Catherine Moureaux, il sindaco socialista che gestisce la città in coalizione con i liberali francofoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.