Bill Gates beve letteralmente la merda

Bill Gates è diventato ufficialmente il più grande proprietario di terreni agricoli negli Stati Uniti: ma per farne cosa? Considerando la sua ossessione per la scatologia, forse una gigantesca fattoria di merda per nutrire l’umanità dopo che la società sarà collassata in seguito al passaggio all’energia ecosostenibile?

Bill Gates vuole far bere merda riciclata a tutti, come si evince da un tweet del 2015 diventato, oltre cinque anni dopo, virale.

L’acqua estratta dalle feci umane (a suo parere “deliziosa”) è stata prodotta dallo Janicki Omni Processor di Dakar, come parte di un progetto pilota sostenuto dal filantropo. Lo scopo è quello di “reinventare l’impianto di trattamento delle acque reflue” in Paesi che non possono permettersi “imponenti infrastrutture fognarie”. Il meccanismo si chiama Omniprocessor ed è stato progettato e realizzato dalla Janicki Bioenergy, società con sede a Seattle.

Bill Gates lo definisce un “miracolo ingegneristico” e brinda con un bel bicchiere di acqua fecale.

Sempre da una prospettiva scatologica, il filantropo, oltre a degustatore, è anche appassionato annusatore di merda. Nel 2016, durante una visita alla Firmenich, storica azienda profumeria di Ginevra, Gates ha potuto saggiare i risultati di uno dei progetti finanziati dalla sua Fondazione: isolare i composti chimici che producono il cattivo odore nelle latrine (indolo, p-cresolo, dimetil trisolfuro e acido butirrico) e produrre, a scopo di studio s’intende, una fragranza all’odore di feci e urina stantia, che il Nostro ha voluto immediatamente sniffare. “Ho messo il naso in un tubo di vetro per fiutare il prodotto della Firmenich e sono stato investito da un’esplosione di odori maleodoranti”.

Questa singolare eau de toilette (in senso lato) serviva appunto per studiare un “antidoto olfattivo” in grado di coprire gli olezzi fastidiosi e rendere i bagni pubblici dell’India e dell’Africa più “invitati” per la gente comune, la quale invece generalmente preferisce urinare e defecare all’aperto anche a causa dell’odore insopportabile.

“È stata una giornata impegnativa a Ginevra per il mio naso e per i miei 350 recettori olfattivi. Ma un profumo continua a persistere. È l’odore del successo, quello che arriva quando la gente mette assieme i propri talenti per rendere il mondo un posto migliore”.

Gates è poi tornato un anno dopo ad annusare ancora il profumo alla merda, per sincerarsi della bontà della ricerca da lui finanziata (occhiolino occhiolino).

Un commento su “Bill Gates beve letteralmente la merda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.