Black Lives Matter scatenata contro l’obbligo vaccinale

La stampa italiana, dopo aver elogiato per anni Black Lives Matter, ora si è completamente dimenticata della sua esistenza: guarda caso nel momento in cui l’organizzazione dei militanti neri sta aumentando le proteste nei confronti dell’obbligo di vaccinazione negli Stati Uniti.

Dopo aver manifestato contro un ristorante che non aveva fatto entrare degli afro-americani non vaccinati, ora i militanti neri hanno iniziato a perseguitare la squadra di basket dei Brooklyn Nets, che ha messo fuori squadra il campione Kyrie Irving per essersi rifiutato di sottoporsi al siero anti-covid.

Black Lives Matter contro il passaporto vaccinale: “È razzista”


I manifestanti cercato di interrompere la partita della squadra irrompendo nel palazzetto dello sport:

A Black Lives Matter si sono aggiunti anche dei manifestanti pro-Trump, invitando a superare le divisioni di razza per una lotta comune in nome della libertà e della costituzione:

Irving non ha espresso chiare motivazioni del suo rifiuto, invocando giustamente un suo diritto alla privacy, ma la stampa americana segnala la sua approvazione sui social ad una pagina (ora censurata) in cui si parla dei vaccini anti-covid come “un piano di Satana per collegare tutti i neri a un computer centrale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.