Cento anni di apocalissi sbagliate

L’American Enterprise Institute, un think tank conservatore, in collaborazione con  il Competitive Enterprise Institute, Breitbart e Real Climate Science ha pubblicato una lista di tutte le previsioni apocalittiche che l’ecologismo ci ha regalato negli ultimi decenni. La proponiamo in italiano in ordine cronologico e con i link corretti alle fonti.

1909-2002: Picco del petrolio entro dieci o vent’anni (tutte le previsioni errate sull’esaurimento del petrolio sono contenute nell’articolo We’ve Been Incorrectly Predicting Peak Oil For Over a Century, “Gizmodo”, 11 dicembre 2014)

1967: Carestia immane entro il 1975 (“Salt Lake Tribune”, 17 novembre 1967)

1969: L’umanità scomparirà in una nuvola di vapore blu entro il 1989 (“New York Times”, 10 agosto 1969)

1970: Gli abitanti delle grandi città dovranno indossare maschere a gas (“Life”, gennaio 1970; cfr. AEI, 21 aprile 2018):

«Gli scienziati hanno finalmente le prove per confermare le seguenti previsioni: tra un decennio, gli abitanti delle città dovranno indossare maschere antigas per sopravvivere all’inquinamento atmosferico ed entro il 1985 l’inquinamento atmosferico avrà ridotto della metà la quantità di luce solare che raggiunge la terra».

1970: Nuova era glaciale entro il 2000 (“Boston Globe”, 16 aprile 1970)

1970: Razionamento delle riserve idriche entro il 1974 e di quelle alimentari entro il 1980 negli Stati Uniti (“Redlands Daily Facts”, 6 ottobre 1970)

1970: Le api assassine invaderanno l’America (si tratta di una paranoia durata quasi tutto il decennio, le cui testimonianze sono raccolte in The ‘Killer Bees’ Scare Of The ’70s: Was There A Real Threat?, “Groovy History”, 3 luglio 2018)

1971: Nuova era glaciale entro il 2020 o il 2030 (“Washington Post”, 9 luglio 1971)

1972: Nuova era glaciale entro il 2070 (da una lettera del dipartimento di Scienze Geologiche della Brown University al Presidente degli Stati Uniti, National Oceanic and Atmospheric Administration, ottobre 2015)

1974: I satelliti mostrano l’avvento di una nuova era glaciale (“The Guardian, 29 gennaio 1974)

1974: Un’altra era glaciale? (“Time”, 24 giugno 1974)

1974: Il buco dell’ozono mette in pericolo l’esistenza umana (Kingsport News, 12 dicembre 1974)

1975: Il raffreddamento globale e il drastico declino nella produzione di cibo (“Newsweek”, 28 aprile 1975)

1976: Consenso degli scienziati sul raffreddamento globale e le carestie imminenti (“New York Times Book Review”, 18 luglio 1976)

1980: Le piogge acide uccidono gli ecosistemi lacustri (“Noblesville Ledger”, 9 aprile 1980)

12. 1978: Non è possibile prevedere la fine della tendenza trentennale al raffreddamento globale (“New York Times”, 5 gennaio 1978)

1988: Il climatologo James Hansen prevede siccità diffusa negli Stati Uniti a partire dagli anni ’90 (“Miami News”, 24 giugno 1988; cfr. Real Climate Science, 27 maggio 2019)

1988: Le temperature a Washington raggiungeranno i 90 gradi per quasi tre mesi all’anno (“Lansing State Journal”, 12 dicembre 1988; cfr. Real Climate Science, 27 maggio 2019)

1988: Le Maldive sprofonderanno entro il 2018 (“Agence France Press”, 26 settembre 1988)

1989: L’aumento dei livelli dei mari distruggerà le nazioni se non verrà fatto nulla entro il 2000, afferma l’ONU (“Associated Press”, 30 giugno 1989)

1989: La Superstrada Ovest di New York City finirà sott’acqua entro il 2019 (altra dichiarazione del climatologo James Hansen; cfr. “Salon”, 23 ottobre 2001)

2000: Tra pochi anni i bambini non sapranno più cos’è la neve (“The Independent”, 20 marzo 2000)

2002: Una carestia tra dieci anni se non rinunceremo a mangiare pesce, carne e latticini (“The Guardian”, 23 dicembre 2002)

2004: L’Inghilterra diventerà come la Siberia il 2024 (“The Guardian”, 21 febbraio 2004)

2005: 50 milioni di “rifugiati ambientali” entro il 2020 (“The Guardian”, 12 ottobre 2005)

2008: New York sott’acqua entro il 2015 (trasmissione televisiva “Good Morning America”, 12 giugno 2008; cfr. “Newsbusters”, 12 giugno 2015)

2008: L’Artico resterà senza ghiaccio entro il 2018 (“Associated Press”, 24 giugno 2008)

2008: Al Gore prevede lo scioglimento dei ghiacci dell’Artico entro il 2013 (dichiarazione a una tv tedesca del 14 dicembre 2008; cfr. Watts Up With That, 16 dicembre 2018)

2009: Secondo il Principe Carlo restano otto anni per salvare il pianeta (“The Independent”, 9 luglio 2009)

2009: Per il Primo Ministro britannico Gordon Brown restano solo cinquanta giorni per “salvare il pianeta dalla catastrofe” (“The Independent”, 20 ottobre 2009)

2009: Al Gore sposta di un anno la previsione del 2013 sull’Artico senza ghiaccio (“USA Today”, 14 dicembre 2009)

2013: “Nature” prevede lo scioglimento dei ghiacci dell’Artico entro il 2015 (“The Guardian”, 24 luglio 2013)

2013: La Marina americana prevede lo scioglimento dei ghiacci dell’Artico entro il 2016 (“The Guardian”, 9 dicembre 2013)

2014: Per il Ministro degli Esteri francese mancano 500 giorni al Climate Chaos (13 maggio 2014; cfr. “Washington Examiner”, 29 settembre 2015)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.