Come Guadagnare Online

Il modo più semplice per guadagnare online è pubblicare post dal titolo Come Guadagnare Online e infarcirli di banner pubblicitari fino a renderli illeggibili (tanto nessuno li leggerebbe comunque).

In effetti non c’è molto altro che si possa fare; d’altronde assecondare i gusti della plebe sarebbe umiliante sia per chi scrive che per chi legge, soprattutto perché le piattaforme che forniscono questo tipo di servizi (non nominiamo quella più nota, perché ci lavora gente molto suscettibile che non accetta critiche) fanno di tutto per non sganciare il dovuto.

Prendiamo appunto il principale servizio di banner pubblicitari presente sul web: codesta piattaforma adotta una arguta politica di “demonetizzazione” in virtù della quale è raro che un post popolare venga ripagato per le visualizzazioni che effettivamente riceve.

Vi pongo un esempio molto concreto: negli ultimi due giorni ho dedicato due post alla modella e performance artist (cioè fa film p0rn0) Belle Delphine, che hanno naturalmente ricevuto migliaia di visualizzazioni per il semplice motivo che alla plebe interessano solo sangue, sesso e soldi. ù

Ora, con questi numeri avrei dovuto guadagnare 10-15 euro a post; invece per il fatto che contenevano nel titolo o nel testo la parola p0rn0 (ecco perché ora devo censurarla) sono stati immediatamente demonetizzati. In tal modo i guadagni sono calati del 95% e nonostante la pregiata piattaforma offra la possibilità di fare “ricorso”, ormai l’interesse per la notizia è inevitabilmente calato, se non totalmente scomparso (i plebei ragionano come le falene).

 

I motivi per cui i post sono stati demonetizzati del resto sono sempre gli stessi: Contenuti per adulti – Contenuti di natura sessuale, ovvero:

> Contengono nudità.
> Sono sessualmente gratificanti, sessualmente allusivi e/o intendono provocare eccitazione sessuale.
> Discutono di feticci sessuali.
> Riguardano l’intrattenimento sessuale.
> Promuovono prodotti per la sfera sessuale.
> Facilitano le relazioni e/o gli incontri sessuali.
> Forniscono consigli sulle prestazioni sessuali.
> Promuovono farmaci o integratori per migliorare l’esperienza sessuale.

Praticamente dovrebbero demonetizzarmi l’intero blog, perché in fin dei conti io uso questo spazio perlopiù per aumentare le mie chance riproduttive. A pensarci bene, l’unico scopo per cui un uomo fa i soldi è procacciarsi figa, non per comprarsi giocattoloni tecnologici o fumetti. Dunque tanto varrebbe saltare un passaggio e aprire un blog solo per trovare figa. Di questo però ci occuperemo in altra sede, anche il semplice motivo che tra i lettori ci sono impotenti, pederasti, preti e puttanieri (fasce di pubblico principali) i quali magari  effettivamente potrebbero porre la pecunia persino al di sopra della figa. Respect, siamo pace.

Io vi consiglio sempre di aprire un blog (anche su Altervista, che è gratis), cominciare a farvi sponsorizzare ed eventualmente accedere al privilegio supremo, i link di “affiliazione” di Amazon. Questo è un servizio eccellente garantito dalla stessa piattaforma italiana: in due parole, il gigante buono dell’e-commerce offre indirizzi “sponsorizzati” attraverso i quali chi riesce a far comprare prodotti linkati può percepire una piccola percentuale (1-2%) sull’acquisto.

Un lato davvero sorprendente di questa iniziativa è che gli “affiliati” di Amazon (espressione deliziosa) percepiscono la decima anche da chi ha cliccato su un link sponsorizzato (per sbaglio o curiosità) e poi ha fatto un ordine senza cancellare i cookie. Insomma, in un modo o nell’altro avere un blog offre la possibilità di vendere le anime dei lettori a Jeff Bezos.

Satana, dite? A essere onesto, devo ammettere di aver sempre utilizzato Amazon per comprare quei libri che non sarebbero mai stati tradotti per motivi prettamente politici, cioè di egemonia culturale (e non sto parlando solo di roba in inglese: penso per esempio alle autobiografie dell’inarrivabile Janusz Korwin-Mikke, che ho contributo a far esaurire su Amazon.it). Tutto sommato, quelli come me si sono sempre sentiti in partibus infidelium, non soltanto a livello editoriale.

Dunque se siete dei reietti (e probabilmente lo siete, altrimenti non stareste leggendo questa roba) avrete comunque una scusa per sponsorizzare Satana con la coscienza a posto: questa società non vi ha mai amati (quale commessa di libreria ve l’ha mai data?), ed è perciò sacrosanto contribuire alla sua distruzione attraverso il liberismo e il grande capitale finanziario (in fondo anch’io una volta ero di sinistra e certi amori rimangono).

2 commenti su “Come Guadagnare Online

  1. Buonsalve caro, post interessante e come sempre ben scritto.

    Due piccole distrazioni: “sarebbe umiliante sia per scrive” e “Io vi consigli”.

    Sto scrivendo un trattato sulle donne, De Fica Numquam Neglecta.

    Collabori?

  2. oggi debutta in Italia la nuova campagna Meetic con uno spot che daje, è un iniezione di speranza & positivity.
    Saresti un’ottimo testimonial

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.