Dan Kaminsky, guru della sicurezza online, è morto dieci giorni dopo la seconda dose di Pfizer

Il leggendario esperto di sicurezza online Dan Kaminsky è morto all’età di 42 anni, circa dieci giorni dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer anti-covid. Kaminsky ha collaborato alla costruzione di parti fondamentali della moderna Internet e nell’ambiente era considerato alla stregua di un genio.

Ecco il tweet del 22 marzo 2021 in cui annuncia di aver fatto la prima dose di Pfizer.

Questo è quello del 12 aprile, quando ha ricevuto la seconda dose.

In uno dei suoi ultimi tweet (18 aprile) Kaminsky accenna al problema della trombocitopenia (carenza di piastrine nel sangue), proprio in relazione ai vaccini anti-covid

Nessuna informazione sulla causa di morte è finora stata rilasciata*. Su Reddit, in un thread di r/Technology dedicato alla sua morte, i commenti che menzionano il vaccino vengono cancellati.

La famiglia non ha rilasciato dichiarazioni: Dan stesso credeva seriamente nella narrativa del virus, e anche la sua famiglia, essendo “credente”, ora potrebbe avere difficoltà ad affrontare la verità.

Kaminsky era lievemente in sovrappeso ed era noto il suo uso saltuario di sostanze psichedeliche.

* Su Twitter è apparso un comunicato in cui viene indicata come causa di morte la chetoacidosi diabetica, una grave complicanza metabolica legata al diabete mellito di tipo I.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.