L’esercito americano è pronto ad attaccare gli incel

Il New York Post ci informa che l’aviazione militare americana sta ricevendo istruzioni su come combattere il nemico definitivo della nazione: gli incel (Air Force warns about nationwide threat of ‘involuntary celibates’, 21 giugno 2019)

«Airmen stationed at Joint Base Andrews in Maryland were recently briefed on the “involuntary celibates,” with documents cautioning them about an “increase in nationwide activity” […]. The “Beta [Male] Uprising” — as some have dubbed it — was described in the Air Force briefing documents with colorful illustrations, which referenced a popular incel internet meme known as “Becky vs. Stacy,” which is a play on the “Virgin Walk” and “Virgin vs. Chad” memes that have been used to target involuntary celibates.»

{Official threat brief from Andrews}

Gepostet von Air Force amn/nco/snco am Dienstag, 18. Juni 2019

 

Apprendo la notizia dal leggendario forum di bodybuilding.com (nel quale postavano anche Zyzz ed Elliot Rodger), da un topic dove addirittura mi accreditano come fonte (l’anglofonia è l’arma più forte). Dal momento che tutto ciò è incommentabile (anche se tale “deriva” era prevedibile), lascio la parola a questi patiti della palestra, riportando la maggior parte dei loro commenti:

«Un altro singolare paradosso scientifico: puttanelle e incel aumentano in modo direttamente proporzionale».

«Mi diverte pensare a un gruppo di soldati temprati dalle battaglie seduti a guardare una slide dopo l’altra di meme basati sul Virgin vs Chad».

«Sarebbe una barzelletta se già non lo fosse, dato che hanno provato a fare la stessa cosa in Canada con la Operation Honour, immediatamente ribattezzata dai soldati Operation Hop-on-her [“saltale addosso”]».

«Nel corso dell’evoluzione umana l’80% delle donne si è riprodotto contro il il 40% circa degli uomini. La natura è brutale. Le persone evitano di parlarne, ma la realtà è molto più oscura di quanto siano disposte ad ammettere».

[Risposta al messaggio precedente]: «La maggior parte del mondo sviluppato ha iniziato a praticare la monogamia da qualche migliaio di anni. Per gli altri 197.000 anni (98,5% della nostra esistenza), solo 1 maschio su 17 è riuscito a riprodursi. La gente parla del “20% di uomini” che si accoppia con l’80% di donne, ma allo stato naturale solo il 5% degli uomini si riproduce».

[Risposta al messaggio precedente]: «Dovresti analizzare i dati con più attenzione, amico. La differenza tra il tasso di riproduzione maschile e quello femminile era 1/3 da 60.000 a 10.000 anni fa. C’è un picco breve ma significativo dopo l’avvento dell’agricoltura, poi il rapporto si stabilizza nuovamente. Tra parentesi, questa è una cosa che mi angoscia: l’agricoltura è talmente radicata nella nostra società che nemmeno ci accorgiamo che il 90% dell’esistenza umana si è svolto nel periodo precedente. Tutto è cambiato nel 2012 [con la diffusione delle app di incontri]? No, più probabilmente bisogna risalire al 10.000 a.C.».

«La feccia normie non sospetta nemmeno che gli incel siano attualmente la categoria più diffusa all’interno dell’esercito».

«Non sono sicuro che la notizia sia vera, ma comunque non mi sorprenderebbe. Storicamente è risaputo che quando gli uomini diventano più numerosi delle donne, questi problemi sorgono esattamente per le stesse ragioni».

«L’inceldom è solo un sintomo non la causa. Il vero colpevole è il capitalismo alienante».

«Gli incel sono triplicati negli ultimi 30 anni. Sta succedendo qualcosa. Molte persone non si riproducono, ma non significa che non facciano sesso».

[Commento bluepillato] «Alcuni di questi ragazzi credono gli spetti una ragazza e non provano nemmeno a migliorare se stessi per risultare più attraenti. Molti di loro inoltre puntano a ragazze fuori dalla loro portata».

«Perché non legalizziamo la prostituzione offriamo agli incel dei voucher gratuiti? Funzionerebbero come i buoni pasto. E il problema si risolverebbe da sé».

Le statistiche a cui ci si riferisce sono queste:

Ognuno tragga le conclusioni che vuole. E poi si prepari a essere bombardato (anche se gli americani ora preferiscono colpire con le incudini come Willy il Coyote).

Un commento su “L’esercito americano è pronto ad attaccare gli incel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.