Giorgio Colli dalla parte giusta della storia

«E quali sono le verità che il nuovo mondo proclama? Che per l’uomo il sesso è l’essenziale, e che il progresso significa la libertà dei rapporti sessuali. O ancora, che gli uomini sono uguali e che il loro scopo è di poter mangiare tutti a sazietà. Le forze della Cultura sono mobilitate a proclamare queste verità, ad aiutare il loro trionfo. Pare anche che sino a ieri gli uomini non avessero compreso queste verità, forse perché c’erano dei cattivi a tenerli lontano da esse. I cattivi ci sono ancora, ma ben presto saranno eliminati, e allora tutti gli uomini potranno finalmente mangiare e intrecciare rapporti sessuali. Non conterà più la nascita e il colore della pelle: nel tempo che rimarrà libero tutti leggeranno libri di astronautica e di logica matematica»

(Giorgio Colli, 14 aprile 1966, da La ragione errabonda, Adelphi, Milano 1982 p. 302)

3 commenti su “Giorgio Colli dalla parte giusta della storia

  1. Si però scusami, mi pare da quello che vai scrivendo qui sul tuo blog che tu sia più dalla parte delle “forze della Cultura” ovviamente mobilitato a proclamare queste verità.

    Non si può fare letteratura con la letteratura, ricordi?

    (NON E’ NECESSARIO CHE TU PUBBLICHI QUESTO MESSAGGIO, IL MIO OBIETTIVO E’ CAPIRE CHI MI STA DI FRONTE, NON POLEMIZZARE IN PUBBLICO)

    1. Non hai tutti i torti, ma se leggi tra le righe ti accorgerai che sono profondamente pessimista sulla possibilità che questo “mondo nuovo” emerga, o che comunque sia adatto alle creature umane così come le conosciamo da milioni di anni.

      1. Io credo che il punto non sia l’essere pessimisti o ottimisti.
        Il progetto di Giorgio Colli non fu quello di promuovere l’emergere di qualcosa di nuovo, ma riproporre ciò che da secoli è accaduto e continua ad accadere, anche se il “nuovo mondo” lo nasconde o lo classifica e mistifica secondo le proprie coordinate.

        Molti grandi uomini del passato non furono grandi approvvigionatori di “cibo e femmine”. Allora varrà forse la pena di guardare un po’ più approfonditamente nella vita di questi non solo per accrescere la propria cultura e il proprio fascino, da usare, poi, per “mangiare e intrecciare rapporti sessuali”?

        Una volta a casa, uomini e donne a coppie
        ammireranno i miei scrupoli sull’esistenza,
        ma non li imiteranno nemmeno per sogno,
        e non se ne vergogneranno affatto a quattr’occhi,
        da uomo amato a donna amata, in famiglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.