Il governo Bolsonaro contro l’Argentina: “In Brasile l’aborto non verrà mai legalizzato”

Il presidente Bolsonaro ha criticato la decisione delle autorità argentine di legalizzare l’aborto.

“Mi rammarico profondamente per la vita dei bambini argentini, le cui esistenze verranno stroncate nel grembo materno col consenso dello Stato“, ha pubblicato sui social il leader brasiliano. Bolsonaro ha anche detto che finché sarà al governo l’aborto non verrà mai approvato nel Paese: “L’aborto non sarà mai legalizzato. Combatteremo sempre per proteggere le vite degli innocenti!”

Il disegno di legge, già approvato alla Camera, ha ottenuto il via libera del Senato con 38 voti a favore, 29 contrari e un astenuto. La notizia è stata accolta con entusiasmo degli attivisti assiepati davanti al Palazzo del Congresso di Buenos Aires. L’Argentina è ora il quarto Paese dell’America latina a legalizzare l’aborto (dopo Cuba, Guyana, Guyana francese, Uruguay, Porto Rico, oltre a Città del Messico e Stato di Oaxaca – il Messico lascia la decisione sulla questione a livello regionale).

Anche il Ministro degli Esteri Ernesto Araújo si è espresso contro la decisione. Senza nominare l’Argentina, Araújo ha affermato che “il Brasile resterà in prima linea nel diritto alla vita e nella difesa degli indifesi, non importa quanti Paesi legalizzeranno la barbarie dell’aborto indiscriminato, mascherato da ‘salute riproduttiva’ o ‘diritti sociali'”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.