Imam ucciso da una mucca che stava per sacrificare

Muslim cleric dies after being struck by ‘qurban’ cow
(Jakarta Post, 14 agosto 2019)

Un imam che stava partecipando al Qurban per la festa del sacrificio a Blitar (Giava Orientale) è morto dopo tre giorni di coma in seguito alle ferite riportate per l’attacco di una mucca.

Sureki (questo il nome del religioso), 64 anni, è deceduto mercoledì sera all’ospedale Ngudi Waluyo dopo essere stato colpito da una mucca alla moschea Miftahul Jannah nel sottodistretto di Wlingi, Blitar.

L’incidente si è verificato quando una delle tante mucche è riuscita a liberarsi e ha corso per circa un centinaio di metri. Sureki avrebbe dovuto prendere parte al massacro di quattro bovini e 17 capre come parte del rituale per la Festa del sacrificio, ma non appena è giunto alla moschea “la mucca slegata è corsa improvvisamente verso di lui e gli ha tirato una testata sul mento”, ha dichiarato il guardiano della moschea.

L’imam è caduto all’indietro sbattendo la testa sul pavimento del cortile della moschea. L’incidente lo ha lasciato privo di sensi ed è stato immediatamente portato in ospedale.

Sureki, residente nel villaggio di Mronjo nel sottodistretto di Selopuro, era a capo della sezione locale del Nahdlatul Ulama, la più grande organizzazione islamica del Paese. Era noto come un chierico attivo in eventi sociali e religiosi, coordinatore delle sessioni di lettura del Corano dopo la preghiera dell’alba e direttore di un orfanotrofio a Selopuro.

Il figlio di Sureki, Yusuf Affandi, ha detto che suo padre è stato sottoposto a un’operazione alla testa, ma le sue condizioni non sono migliorate. L’imam è spirato giovedì mattina.

Un commento su “Imam ucciso da una mucca che stava per sacrificare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.