La Lettonia vieta l’ingresso nei supermercati ai non vaccinati

A partire da questa settimana il governo della Lettonia ha proclamato tre mesi di stato di emergenza a partire a seguito di un’impennata di contagi da COVID-19.

In base alle nuove regole, le mascherine saranno obbligatorie in tutti gli edifici accessibili al pubblico e tutti gli impiegati statali dovranno vaccinarsi entro la metà di novembre.

Le persone non vaccinate non saranno ammesse nei supermercati e solo i negozi che vendono i cosiddetti “beni essenziali” potranno restare aperti nei fine settimana.

Il tasso di vaccinazione del Paese baltico è però tra i più bassi dell’UE (dopo Bulgaria, Romania e Croazia), con solo il 48% dei lettoni completamente vaccinato.

“Vi esorto a non riunirvi, a non fare visite a conoscenti e a ridurre i vostri contatti”, ha dichiarato su Twitter il primo ministro Krišjānis Kariņš.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.