Lo Zimbabwe sanzionerà gli Stati Uniti se le elezioni non saranno regolari

United States Risks Sanctions From Zimbabwe If Elections Are Not Free And Fair
(Rindai Muzuva, PaZimbabwe, 4 novembre 2020)

Il popolo dello Zimbabwe ha ammonito il presidente Donald Trump di rispettare la volontà degli americani nelle elezioni attualmente in corso, a fronte dell’aumento degli episodi di intimidazione e repressione degli elettori nel Paese.

Domenica una carovana di sostenitori di Trump armati di tutto punto ha accerchiato un autobus della campagna elettorale di Biden su un’autostrada in Texas e ha tentato di farli deragliare. I sostenitori di Biden alla fine hanno cancellato la loro manifestazione a causa dell’aggressione. E l’FBI ora sta indagando sull’accaduto.

Trump ha aumentato le tensioni nel Paese affermando che le elezioni sono truccate e che si dichiarerà vincitore la notte delle elezioni anche prima che siano contati tutti i voti. C’è stata una quantità enorme di voti per posta in queste elezioni a causa della pandemia. Un totale di 102 milioni di persone avevano infatti già votato prima del giorno ufficiale delle elezioni.

I sostenitori di Trump si sono armati in previsione do tumulti. Il Paese è in bilico a causa delle tensioni alimentate principalmente dal Presidente attualmente in carica.

L’ironia della minaccia dello Zimbabwe è che il Paese è stato sanzionato dagli USA nel 2001 a seguito delle violenze seguite alle elezioni del 2000. Gli Stati Uniti sono inclini a imporre sanzioni ai Paesi che non rispettano i loro standard in materia elettorale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.