Mi piace viaggiare (in autostop in Iraq)

Una ragazza olandese, militante dei “Giovani Democratici” (organizzazione di orientamento social-liberale), ha deciso alla fine dell’anno di lanciare sul gruppo Facebook Girls LOVE Travel l’iniziativa “Autostop per l’Iraq”:

 

«C’è amore in tutto il mondo: bisogna solo avere l’intelligenza e il coraggio per raggiungerlo e afferrarlo. Aprite la mente e il cuore! Vogliamo dimostrare che il mondo è un posto dove anche le donne sole possono viaggiare dappertutto. Felice 2019. In marcia!»

Come informa tuttavia il portale “The Clover Chronicle” (‘Girls LOVE Travel’ Member Plans On Hitchhiking Alone In Iraq…, 4 gennaio 2019), la giovane avrebbe già lamentato sul suo profilo di esser stata aggredita e “quasi violentata” in Iran da un tizio che le aveva dato un passaggio in una foresta.

Dopo una colluttazione, l’olandese è riuscita a far scappare l’assalitore a suon di urla e si è rimessa “in marcia” verso l’Iraq con ancora più entusiasmo («Quando cadi dalla bicicletta devi subito rialzarti!»). Attualmente si trova nel Kurdistan iracheno, diretta verso la Turchia. Ci si augura che, una volta scattate le foto e dimostrato che il mondo è un bel posto, possa finalmente tornare a casa sana e salva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.