Michail Vladimirovič Mišustin, il nuovo amico di Putin

Breaking news (in russo последние новости): l’ineffabile Vladimir Putin, non avendo  individuato eredi politici e perciò trovandosi costretto a regnare vita natural durante, ha trovato un amichetto a cui far fare il lavoro sporco: il tecnico Michail Vladimirovič Mišustin (o Mishustin come traslittera la stampa), figlio di Vladimir Moisejevič Mishustin (nato in Bielorussia), ufficiale del KGB di origine ebraica, ambasciatore dell’URSS in Bulgaria, in Afghanistan e Lussemburgo (finito poi a far da guida turistica al museo dell’Aeroflot a Šeremét’evo) e di Luiza Mikhailovna, dell’oblast’ di Arcangelo che a quanto pare avrebbe origini armene.

“Misha” viene descritto da chi lo conosce come una persona molto affettuosa, di profonda modestia e con una grande anima (с большой душой). A livello politico sembra orientato verso il medio-progressismo, anche se le sue skills sono la semplificazione fiscale, la digitalizzazione e un approccio amichevole al business.

La Duma ha approvato per la prima volta nella storia la nomina di Mišustin a Primo ministro senza voti contrari: anche i deputati del Partito Comunista di Gennadij Zjuganov, che avevano votato contro Putin e Medvedev, si sono astenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.