Noi siamo i “Rami Spogli”

Guānggùn (光棍) è una espressione cinese, traducibile letteralmente come “rami spogli”, che pur possedendo un’ampia varietà di significati, perlopiù negativi (teppista, accattone, truffatore), nella Cina odierna è venuta a rappresentare quella porzione di “uomini in eccesso” che non avendo alcuna prospettiva di sposarsi, non aggiungono altri “rami” all’albero genealogico. Talvolta essi vengono indicati anche come shèngnán (剩男), semplicemente “uomini scartati”.

Ispirato a tale definizione, scoperta grazie un bell’articolo di Mary Harrington (Incels could become the new Vikings) nasce ora il blog Rami Spogli (e forum allegato):

“Rami spogli era il nome dato nel Celeste Impero ai maschi senza prospettiva di matrimonio, che come gli odierni celibi involontari, seppure per motivi differenti, si vedevano preclusa la possibilità di poter costruire una famiglia propria e tramandare i propri geni generando una prole, senza avere la possibilità di lasciare al mondo una testimonianza genetica della propria esistenza. Insomma, abbiamo pensato che il nome rivestisse di una piacevole immagine poetica un fenomeno doloroso per molti uomini che oggi assume ogni giorno dimensioni sempre maggiori”.

Auspicando di poter collaborare al più presto con questo blog, nel frattempo invito i “rami spogli” che mi leggono a partecipare alle discussioni del forum, a tutti gli effetti l’erede di brutti.red.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.