“Non sono quel tipo di ragazza”

Ho 24 anni e ho fatto sesso col mio nuovo coinquilino un’ora dopo averlo conosciuto. Adesso non so cosa fare…

Non giudicatemi, vi prego! Non sono il tipo di ragazza che di solito fa queste cose. Sono andata a letto solo con cinque ragazzi che erano anche miei fidanzati. Non ho mai avuto una “avventura” di una notte.

(EDIT: Al diavolo a quanto ho detto sopra, giudicami come vi pare, sì, sono quel tipo di ragazza, ma ora che devo fare?)

Vivo in una casa con quattro letti e c’era una stanza in più. Ieri il nuovo coinquilino si è trasferito. Non ero presente quando è arrivato, ma quando sono tornata dal lavoro l’ho trovato in cucina a preparare da mangiare. Nel secondo in cui sono entrata, non so cosa sia successo, ma la tensione sessuale è salita ai massimi livelli. Anche solo vedendo la sua nuca ho sentito qualcosa di strano.

Abbiamo parlato per alcuni minuti, ci siamo presentati, eccetera. Ci sentivamo già a nostro agio e andavamo molto d’accordo. Non ha senso entrare nei dettagli soprattutto alla luce di quanto accaduto, ma forse scrivere mi aiuta a capire meglio. C’era così tanta tensione sessuale tra di noi che mi viene quasi voglia di tirarmela ahahah.

Quindi abbiamo iniziato a parlare di una nuova serie tv e l’ho invitato a guardarla nella mia stanza. Ha accettato; dopo poco eravamo a letto un po’ fatti a guardare la tv, e non appena ci siamo guardati negli occhi abbiamo cominciato a baciarci.

È stato folle, non ho avuto nemmeno tempo di pensarci, nulla aveva più senso, volevo solo scopare con lui. Era proprio il mio tipo ma con qualche “extra” in più. Vorrei riuscire a spiegarmi. Se qualcuno è in grado di farmi capire cos’è scientificamente questa “tensione sessuale”, gliene sarei grato.

Ad ogni modo, abbiamo fatto sesso per circa mezz’ora e poi abbiamo sentito un altro coinquilino rientrare a casa, poi mia madre mi ha telefonato, e allora è tornato nella sua stanza. L’ho visto un paio d’ore dopo andare in bagno, mi ha fatto l’occhiolino e mi ha detto “non posso credere che l’abbiamo appena fatto” e ho appena detto “sì, cose da pazzi…”

Cosa faccio adesso. Continuo a fantasticare su di lui. Il sesso è stato grandioso. Ma è il mio coinquilino ed è tutto così imbarazzante e strano.

Sono andata a guardare il suo Instragram: non pubblica molto, ma ho visto che aveva una fidanzata fino a poco tempo fa. Immagino (o spero) che si siano lasciati.

Come posso sopravvivere in questa casa… è giusto continuare a fare sesso con lui? Perché se volessi, potrei semplicemente bussare alla sua porta e chiedergli di farlo di nuovo.

[…] PS: Ho fatto sesso protetto. Sono consapevole che potrebbe non voler rifarlo e che forse non è la mia anima gemella. Va bene, non gli faccio alcuna pressione. Può fare quello che vuole e anche io. Forse ha una ragazza; non ne sono responsabile, non ho tradito nessuno e se scopro che ha una ragazza, lo dirò a lei. Quanto accaduto non mi definisce come persona. Crescete, è il 2019 e la gente scopa.

(I (24F) met my new flatmate (26M) yesterday and we had sex within an hour of meeting. Don’t know what to do, r/relationship_advice, 2 agosto 2019).

5 commenti su ““Non sono quel tipo di ragazza”

  1. Purtroppo le donne ragionano istintivamente come gli animali e non razionalmente come gli uomini, di fronte a un bel faccino assumono lo stesso atteggiamento di un cane perennemente affamato che si ritrova davanti una ciotola ricolma di carne succulenta.
    Il problema è che dopo che si sono spalancati i portoni infernali dell'”emancipazione femminile” e della “libertà sessuale” la nostra società ha iniziato a declinare in maniera inarrestabile, e la sua caduta è divenuta verticale in seguito allo sdoganamento di social network e app di incontri, che moltiplicano all’infinito la possibilità di selezione da parte delle donne e quindi il loro potere sessuale già elevatissimo.
    L’unica soluzione sarebbe sottoporle nuovamente al volere del padre prima e del marito poi, visto che se vengono lasciate libere di scegliere i propri partner andranno a far parte dell’harem dei bei faccini senza contribuire alla procreazione e alla stabilità sociale contraendo matrimonio con i maschi non-top.
    Purtroppo non vedo da nessuna parte una possibilità concreta di rivoluzione maschile al momento, persino la maggioranza assoluta dei cattolici è concorde con (((Bergoglio))) nel condannare il “”””sessismo”””” (ovvero qualsiasi cosa si ponga in maniera critica rispetto allo strapotere femminile attuale) e nel promuovere l'””””emancipazione”””” (ovvero la troiaggine sfrenata) delle donne.

  2. Ora il problema ce l’ha lui, perché in qualche modo miss Tensione Sessuale deciderà che è ora di esigere il pagamento (anzi, l’inizio dei pagamenti) per l’avvenuta prestazione.

    Mi ricorda quando trovai lavoro a Roma: ebbi pochi giorni di tempo per trovare un posto letto e il più vicino alla fermata metro era in una “casa mista”. Cioè vi abitavano il proprietario, sulla trentina, e quattro inquilini in subaffitto, di cui una che era la fidanzata di uno degli altri tre. Il proprietario mi disse che la presenza femminile rendeva più vivibile la casa, quasi dandomi ad intendere che la gentil pulzella fosse la donna di casa che continuamente fa pulizie e prepara pranzetti magari svestita a sufficienza da allietare anche la vista. Quindi mi disse che aspettava un’altra telefonata e che mi avrebbe richiamato entro un paio d’ore per confermarmi se il posto fosse libero.

    Ero talmente disperato dal non avere alternative che non avevo visto la pioggia di literal red flags. Per mia fortuna mezz’ora dopo un parente mi scrisse che dei suoi amici cercavano “un quarto per completare una casa a Roma”. Cinque minuti dopo ero il quarto, di quattro lavoratori maschi, celibi, e allergici al fracasso. E nei giorni successivi le battutacce sulla “casa mista” (e sul potere ricattatorio delle detentrici di vagina) mi faranno capire la bidonata che ho scansato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.