Pietà per gli incel

La femminista germano-americana Shere Hite divenne famosa negli anni ’70 per i suoi report sulla sessualità maschile, il femminismo e la famiglia. In Italia, nonostante il grande successo che il tema raccoglie nell’editoria, le sue indagini sociologiche non sono mai arrivate. Solo nel 2004, infatti, Mondadori fece tradurre l’Hite Report on Men and Male Sexuality del 1981: il libro è nella sostanza una raccolta di interviste a rottami umani eretti a “rappresentanti del genere maschile”, tuttavia al di là dell’ovvio intento denigratorio c’è una testimonianza che mi ha colpito, quella di un tizio che oggi definiremmo incel (all’epoca era solo misogino, sfigato o morto di figa). La riporto anche in lingua originale perché mi suona bene (cfr. Shere Hite, The Hite Report on Men and Male Sexuality, 1981; tr. it. I nuovi maschi, Mondadori, Milano, 2004, pp. 136-137))

“I am single, never married, never lived with a woman, and I am so alone that I am slowly going crazy. I am fifty pounds overweight, work as a clerk in a welfare office and as a security guard at nights. I find going out to meet women very frustrating. Going to dances and no one wanting to dance with me gets me pissed. I get very depressed and antisocial. I have a perverse but vicarious thrill in other people (usually men) who go berserk in public placese and kill innocent bystanders, such as David Berkowitz (Son of Sam). When I was in college, I wanted to shoot good-looking coeds on campus with a concealed automatic pistol. They never look at me or acknowledge my humanity; so maybe I’m not good enough for them. I think they’re afraid I’m going to rape them. I would never rape a woman because I don’t think I could convince them. I’m serious, they’d probably scream and I would run. Berkowit’z strategy was more direct, hostile, vengeful, and up-front. I admire Berkowitz, Son of Sam, for what he did”

«Sono single, non mi sono mai sposato, non ho mai vissuto con una donna e sono così solo che sto lentamente impazzendo. Sono in sovrappeso di venti chili e come secondo lavoro faccio la guardia notturna. Trovo molto frustante uscire per cercare di conoscere donne. Andare a ballare e non trovare nessuna che voglia ballare con me mi fa venire una grande rabbia. Sto diventando sempre più depresso e antisociale. Provo un’eccitazione perversa ma complice per quelli (specialmente uomini) che vanno fuori di testa nei luoghi pubblici e uccidono persone che sono lì per caso […]. Quando ero al college, avrei voluto sparare alle compagne belle con una pistola automatica nascosta. Non mi guardano mai, non mi riconoscono come essere umano, forse non merito nulla per loro. Penso che abbiano paura che le violenti. Non violenterei mai una donna, non penso che riuscirei a convincerla che faccio sul serio, probabilmente griderebbe e io scapperei […]».

Ora, si dà il caso che anche questa nerboruta femminista avesse un minimo di pietà (o empatia) per creature del genere. Oggi invece il dileggio va per la maggiore, tanto che su reddit esistono forum dove è lecito offendere e umiliare questi “celibi involontari” (il più celebre è r/IncelTears). Eppure basterebbe scegliere fior da fiore per mettere assieme una ridda di esperienza per testimoniare la “fragilità del maschio” o roba del genere. Gli incel in realtà si sono già domandati perché accada tutto ciò e si sono dato qualche risposta. La più convincente è quella che riporto di seguito (da r/Braincel):

«Gli incel mettono in imbarazzo la sinistra perché in teoria sarebbero un altro gruppo svantaggiato che andrebbe aiutato, ma nella pratica dargli un aiuto significherebbe riconoscere alcune cose che la sinistra non è neppure in grado di capire. Peraltro un vergine brutto è probabilmente la cosa più disgustosa che una donna possa incontrare nella sua vita. Questa è una “verità biologica” che nessuna rappresentazione negativa può confutare. […] Proiettare sugli incel il bigottismo, la misoginia la “cultura dello stupro” in nuce [proto-rapism] serve a sopperire a una dissonanza cognitiva».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.