Putin ha incontrato Reagan come spia del KGB?

Putin ha incontrato Reagan come spia del KGB?
(Adrian Blomfield, Did Vladimir Putin meet Ronald Reagan as an undercover KGB man?, “Telegraph”, 19 marzo 2009)

Vladimir Putin si trova al centro di una bizzarra polemica dopo la pubblicazione di una fotografia che mostra l’ex spia del KGB mentre finge di far parte di una comitiva turistica incaricata di provocare Ronald Reagan sul rispetto dei diritti umani negli Stati Uniti. 

Secondo Pete Souza, il fotografo ufficiale del presidente Barack Obama, l’immagine che egli stesso scattò nella Piazza Rossa vent’anni fa dimostra che Putin faceva parte di un piano del KGB per mettere in imbarazzo Reagan durante la sua prima visita a Mosca.

Nonostante il Cremlino si diletti spesso nella divulgazione di fotografie di Putin che va a caccia o a pesca a dorso nudo, i funzionari di Mosca hanno reagito furiosamente alla pubblicazione dell’immagine.

Fonti politiche hanno detto che il Cremlino è convinto che l’amministrazione Obama abbia approvato la diffusione della fotografia nel tentativo di infangare Putin. Il portavoce ufficiale del Primo Ministro non ha rilasciato dichiarazioni, ma alcuni esperti russi hanno affermato che il giovane uomo in maglietta con una macchina fotografica al collo non può essere Putin.

Tuttavia Souza non ha dubbi riguardo l’autenticità della fotografia: egli ha infatti dichiarato alla radio che l’incontro avvenne nell’estate del 1988, mentre Gorbaciov stava accompagnando Reagan nella sua visita alla Piazza Rossa.

Pete Souza faceva parte della delegazione in qualità di fotografo ufficiale di Reagan. Il presidente americano fu condotto verso un gruppo di turisti russi che erano stati evidentemente chiamati nella Piazza Rossa proprio allo scopo di incalzare Reagan con una serie di domande mirate sulla situazione dei diritti umani negli USA.

Souza sostiene che un ufficiale dei servizi segreti gli avrebbe rivelato la reale identità dei turisti: «Erano membri del KGB con i loro familiari».

«Tra le mie fotografie ce n’è una di un turista con una macchina fotografica al collo» continua Souza. «Mi è stato fatto notare che quell’uomo era Putin, come poi abbiamo verificato. Non appena vedrete la fotografia anche voi esclamerete: “Oddio, è proprio lui!”».

Gli esperti di Mosca tuttavia sono poco persuasi.

Al momento della visita di Reagan, Putin era in servizio come spia di livello medio a Dresda, nella Germania dell’Est, e non sarebbe mai stato richiamato a Mosca per una cosa del genere.

Inoltre l’uomo nella foto sembra avere più capelli di quanto Putin non ne abbia mai avuti. Sembra anche troppo magro: Putin ha sempre detto di aver messo su un sacco di chili a Dresda, perché beveva quasi 4 litri di birra a settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.