totalitarismo.blog

Regno Unito: estremista di destra va alla manifestazione pro-Israele… e gli ebrei lo cacciano via

Per le più importanti organizzazioni ebraiche britanniche il controverso attivista di estrema destra Tommy Robinson non è più il benvenuto agli eventi filo-israeliani a Londra.

Il Consiglio dei Deputati degli Ebrei Britannici, assieme alla Federazione Sionista e al Jewish Leadership Council, hanno infatti condannato la partecipazione di Robinson all’ultima manifestazione pro-Israele con una bandiera dello stato ebraico e un cartello della Federazione Sionista.

“Stephen Yaxley-Lennon (il vero nome di Tommy Robinson) e i sostenitori di organizzazioni estremiste come la English Defense League non sono i benvenuti agli eventi della nostra comunità”, ha dichiarato il Consiglio dei Deputati degli Ebrei Britannici, aggiungendo che “ogni messaggio di odio e divisione deve essere sconfitto”.

“Anche se un evento in uno spazio pubblico rende difficile controllare i presenti, i sostenitori dell’estremismo non devono mai essere i benvenuti alle nostre manifestazioni“, ha dichiarato la Federazione Sionista della Gran Bretagna e dell’Irlanda, mentre il Community Security Trust ha definito Robinson un “estremista” il cui sostegno alla comunità ebraica “non è gradito né utile”.

Anche il Jewish Leadership Council ha affermato su Twitter che Robinson non era “in alcun modo” stato invitato alla manifestazione “Non vogliamo il suo ‘sostegno’ e gli chiediamo di stare alla larga da manifestazioni future“.

Robinson, che ha co-fondato l’English Defense League (EDL) nel 2009, è stato ripreso domenica alla manifestazione pro-Israele a Kensington, avvolto con una bandiera israeliana e con in mano un cartello della Federazione Sionista che diceva “Liberate Gaza da Hamas”.

Exit mobile version