Site icon totalitarismo.blog

Rinviato il gay pride di Marsiglia

Il 1 luglio gli organizzatori del Pride de Marseille hanno annunciato il rinvio della marcia che si sarebbe dovuta tenere in città con questo comunicato:

«Sabato 1 luglio alle 14:00 alla Porte d’Aix, avremmo marciato per rivendicare i nostri diritti, troppo spesso messi in discussione, e per celebrare il 30° anniversario del Pride Marseille.
La Prefettura di Polizia doveva garantire la sicurezza del corteo bloccando e rendendo più fluido il traffico. A seguito della morte di Nahel e dei recenti avvenimenti a Marsiglia e in tutto il Paese, la Prefettura di Polizia ha stabilito di non poter garantire il servizio di sicurezza a causa di altri impegni e ci ha chiesto espressamente di restare in questi punti di circolazione.
A meno di 24 ore dall’evento, Pride Marseille non è in grado di trovare un centinaio di persone competenti in grado di rispettare questi obblighi con la logistica che essi comportano (mezzi leggeri e pesanti, giubbotti, segnaletica, ecc.). Gli organizzatori del Pride Marseille hanno quindi deciso di posticipare la marcia in un secondo momento.
Tutti gli organizzatori, mobilitati da settembre 2022, sono arrabbiati e delusi per questa decisione, ma la sicurezza della nostra comunità è fondamentale.

Tuttavia, al fine di mantenere la vitalità della nostra associazione Fierté Marseille Organisation, che è anche responsabile del futuro Centre LGBTQIA+, abbiamo deciso di tenere comunque la nostra serata ufficiale presso la Cartonnerie Friche Belle de Mai. Questa serata ci permetterà di rendere visibile la nostra comunità e di mettere in luce le nostre istanze e di offrire alle persone LGBTQIA+ un luogo di rifugio, informazione e convivialità in questo contesto particolare e difficile per tutti.
Martedì, un ragazzo [enfant] è morto sotto i colpi di un poliziotto: il Pride Marseille è triste e indignato. Condanniamo tutte le violenze della polizia e sosteniamo la famiglia di Nahel e tutti i suoi cari».

Exit mobile version