“Braccialetti! Lance! Cappellini da cerimonia!” Ritrovata una tomba di guerriere amazzoni in Russia

Ricostruzione del copricapo cerimonale (kalathos) messa a confronto con i resti di una “guerriera” ritrovata in Russia.

Un’armata di antiche guerriere sepolte 2500 anni fa con armi e monili scoperta in un sito archeologico russo (conosciuto come Devitsa V) nei pressi di Voronež fa luce sulle guerriere scite, prototipo delle amazzoni della mitologia greca.

Gli studiosi dell’Istituto di Archeologia dell’Accademia Russa delle Scienze hanno analizzato (a titolo volontario) il sito dal 2010, esplorando quasi una ventina di tumuli: in uno di questi scavi (1 metro di altezza per 40 di larghezza) è stato rinvenuto l’ingresso ai resti di una tomba anticamente ricoperta di blocchi di quercia rivestiti da argilla.

la tomba delle “guerriere”

Nel tumulo sono state trovate le salme di quattro donne di età diversa: una ragazza di circa 12-13 anni, una donna sui vent’anni, un’altra tra i 25 e i 35 e una donna tra i 45 e i 50 anni. L’ingresso sigillato alla tomba sigillato fa supporre agli archeologi che le donne siano state sepolte contemporaneamente. Le tombe delle più giovani sono state depredate a circa un secolo di distanza dal loro riempimento, mentre le altre sembrano rimaste intatte.

Due scheletri di donna sono stati rivenuti in un sepolcro di legno ed erba: a una di esse sono stati recisi i tendini delle gambe per seppellirla posa da cavallerizza e sotto la sua spalla sinistra sono stati trovati uno specchio di bronzo e due lance, mentre sul polso sinistro un braccialetto di perle di vetro.

Una donna tra i 45 e i 50 anni (età del tutto rispettabile se si considera che l’aspettativa di vita all’epoca era di circa trent’anni) è stata seppellita con un copricapo da cerimonia, il kalathos, in oro con tracce di rame, argento e ferro, e col bordo decorato da pendenti a forma di anfore. Il copricapo è il primo a essere ritrovato nell’area in questo stato di conservazione.

dettaglio del copricapo (archaeolog.ru)

“Sono stati rivenuti una ventina di copricapi di questo tipo nell’area steppica della Scizia. Abbiamo trovato per la prima volta un tale copricapo nei tumuli a ridosso della steppa della foresta, e la cosa più interessante è che fosse nella tomba di una amazzone”, ha affermato il capo della spedizione archeologica Valerii Guliaev. Altri ritrovamenti a fianco della donna (un coltello di ferro avvolto nella stoffa e una freccia con la punta sdoppiata) indicano che fosse una guerriera sciita.

placca dorata del copricapo cerimoniale

Nella tomba sono stati trovate anche una trentina di punte di freccia di ferro, un gancio di ferro a forma di uccello, un’imbracatura per cavalli, coltelli, frammenti di vasi di ceramica e ossa di animali.

Fonti: Istituto di Archeologia dell’Accademia russa delle scienze, EurekAlert!, RaiNews.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.