Serial killer sommersi dalle lettere d’amore delle ammiratrici

I serial killer sono noti per avere numerose ammiratrici: ecco alcuni assassini noti per aver intrapreso una fitta corrispondenza dietro le sbarre con le proprie “fan”.

CHARLES MANSON

Il serial killer per antonomasia, leader della Family, la sua setta con cui ha commesso nove omicidi nell’estate del 1969. Catturato due anni dopo e condannato per omicidio di primo grado, si salvò dalla sedia elettrica per l’abrogazione della pena capitale in California.
La cultura pop ha fatto di Manson un simbolo di follia e violenza. I grandi mass media come NBC e CBS lo hanno intervistato e hanno girato documentari su di lui, mentre riviste come Rolling Stones hanno raccontato le sue “gesta”. Tutto ciò ha contribuito a formare un seguito di “appassionati”. Tra le centinaia di lettere ricevute durante l’ergastolo, Manson è stato oggetto di una proposta di matrimonio da parte della 24enne Afton Elaine Burton, da lui accettata nel 2013. Alla morte, le fan hanno patroinato una raccolta fondi su GoFundMe per assicurarsi che venisse sepolto con tutti gli onori (sic).

TED BUNDY

 

Ted Bundy è un altro serial killer che si è fatto strada nel mainstream. Noto per il rapimento, lo stupro e l’uccisione di diverse donne, molte delle sue vittime lo consideravano affascinante e carismatico, motivo per cui la sua fan base è quasi tutta al femminile. Dopo aver commesso innumerevoli omicidi, rapimenti e stupri, è stato finalmente catturato in Florida e giustiziato.
Durante il periodo trascorso in una prigione federale, la cultura popolare ha amplificato il “fascino” del personaggio. Alcuni artisti gli hanno dedicati canzoni, giornalisti hanno scritto libri su di lui e numerosi documentari hanno raccontato la sua storia.
Bundy ha trascorso la maggior parte del suo tempo in prigione a rispondere a lettere d’amore, alcune delle quali includevano foto di nudo e proposte di matrimonio.
Durante i processi, le sue ammiratrici si accalcavano nelle aule di tribunale per invocarne la scarcerazione. Bundy ha deciso di sposarne una nel 1980.

RICHARD RAMIREZ

Noto come “Night Stalker”, Richard Ramirez violentò e torturò oltre 25 vittime e ne uccise almeno altre 13. Tra i peggiori criminali degli anni ’80, ha terrorizzato i cittadini di Los Angeles per un anno.
In prigione si è guadagnato una folta schiera di ammiratrici che gli hanno scritto lettere e si sono recate anche a fargli visita. Con una di esse, Doreen Loy, che aveva iniziato a scrivergli all’inizio del processo, è convolato a giuste nozze nel 1996.

JAMES HOLMES

James Holmes ha ucciso dodici persone davanti a un cinema di Aurora, in Colorado.
Condannato all’ergastolo, durante il processo, ha ricevuto centinaia di lettere, alcune macchiate di rossetto, intrise di profumo o contenenti denaro. Holmes si è preso il tempo di leggerle tutte e rispondere.
In una lettera a una ammiratrice, ha scritto: “Sei il mio tesoro. Dolce come una colomba nella rugiada del mattino. Come uno squarcio di sole nella mia anima”. Le ammiratrici continuano a inviargli lettere e percorrono chilometri su chilometri per andare a trovarlo in prigione.

JEFFREY DAHMER

Jeffrey Dahmer, noto come il cannibale di Milwaukee, si è reso responsabile di diciassette omicidi attraverso metodi particolarmente efferati (necrofilia, cannibalismo e mutilazioni post-mortem). Ha ricevuto lettere d’amore e pacchi dono da numerose donne (alcune signore gli hanno inviato persino buste piene di contanti). Lui ha sempre risposto con autografi e apprezzamenti fin quando non è stato ucciso nel 1994 da un altro detenuto.

ANDERS BREIVIK

“Mi pento di non aver ucciso più persone”, è stata una delle dichiarazioni di Breivik, il perpetratore del massacro di Utøya del 2011 che ha causato la morte di 77 persone. Dal 2012 Breivik continua a far notizia per l’assoluta mancanza di rimorso. Dietro le sbarre riceve migliaia di lettere da ammiratrici: una ventenne svedese è giunta a scrivergliene più di 150.

GARY RIDGWAY

Conosciuto come il Green River Killer (dal luogo in cui furono trovate le sue prime cinque vittime), Gary Ridgway si è reso responsabile di 48 omicidi, diventando il serial killer più “prolifico” nella storia degli Stati Uniti. Attualmente è detenuto presso il Washington State Penitentiary e anche lui riceve innumerevoli quantità di lettere dalle fan.

KENNET BIANCHI

Kenneth Bianchi, con la complicità di suo cugino (i due sono noti come “Gli strangolatori di Hillside”) si è reso protagonista dell’uccisione di 12 donne. In carcere non solo ha ricevuto lettere d’amore e proposte di matrimonio, ma una ammiratrice sfegatata con la scusa di scrivere una sceneggiatura basata sulla sua vita è andata a trovarlo diverse volte in carcere, si è innamorata di lui ed è diventata la sua compagna.

fonte: Mass Murderers Who Wrote Fan Letters (Vocal).

 

Allo scopo di approfondire il fenomeno, consigliamo questi due articoli da noi tradotti:

Perché le donne si innamorano dei serial killer

Quando una donna vede un serial killer le vengono gli occhi a forma di cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.