Vatican News: Il coronavirus è un alleato della Terra

Coronavirus: Earth’s unlikely ally
(p. Benedict Mayaki, SJ, Vatican News, 30 marzo 2020)

Il cambiamento nei comportamenti umani dovuto alla pandemia del Covid-19 sta portando, senza volerlo, qualche effetto benefico al pianeta

La pandemia di coronavirus è un problema sanitario globale. Quasi tutti i paesi hanno adottato misure precauzionale contro la diffusione del Covid-19. In molti di essi i confini sono stati sigillati, le attività lavorative hanno chiuso, i viaggi aerei internazionali sono limitati e alle persone è richiesto di restare a casa.

La riduzione dell’attività umana sta avendo un beneficio non intenzionale: la Terra sta guarendo se stessa.

Segni di rigenerazione
In Italia, nei canali di Venezia i pesci sono tornati. Meno turismo e movimenti in acqua hanno permesso al torbido di depositarsi. Gli uccelli migratori, compresi i cigni, sono stati visti muoversi attraverso i corsi d’acqua della città.

La Cina, prima al mondo per emissioni di carbonio, ora registra una significativa riduzione della concentrazione di biossido di azoto nell’aria. La NASA attribuisce questo calo al declino delle attività economiche e industriali durante l’epidemia di coronavirus.

Anche Hong Kong, altra città che lotta contro l’inquinamento, ha visto un miglioramento della qualità dell’aria. Gli inquinanti atmosferici chiave sono diminuiti di quasi un terzo da gennaio a febbraio di quest’anno.

La riduzione globale dei viaggi aerei, terrestri e marittimi sta portando benefici per il pianeta, in quanto fa diminuire le emissioni di carbonio. Il solo trasporto aereo contribuisce per oltre il due percento alle emissioni globali di carbonio.

Lezioni per il futuro
La rapida risposta di molti paesi di fronte alla pandemia di coronavirus indica quanto si può fare di più per il pianeta. Alcuni paesi si stanno già preparando a far ripartire le loro economie dopo la pandemia. Molti vedono questa come un’opportunità per adottare opzioni sostenibili.

L’approccio della Chiesa
Nella sua Enciclica del 2015 sulla cura della nostra casa comune (Laudato si’), Papa Francesco sottolinea l’urgenza di prendersi cura della terra. Lamentando l’effetto dell’attività umana sul pianeta, dice “Mai abbiamo maltrattato e offeso la nostra casa comune come negli ultimi due secoli… L’umanità ha ancora la capacità di collaborare per costruire la nostra casa comune… È molto quello che si può fare!”

Coronavirus: Earth’s unlikely ally

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.