Notizie di interesse nazionale e internazionale: antisemitismo cinese, Lukashenko, eserciti di rane, morti improvvise per gioia, pesci drogati, ghei, arte abortista e il capitombolo delle cicliste

Alcune notizie degne di nota (quelle più datate sono sfuggite ai media italiani).

Hanno suscitato indignazione negli Stati Uniti e in Israele le teorie antisemite riportate nei nuovi libri di testo per le scuole della provincia di Jilin (Cina), secondo i quali una lobby ebraica controllerebbe l’America. I manuali mettono a confronto gli Stati Uniti odierni con la Cina sotto la dinastia Qing, affermando che oggi come allora è una minoranza etnica a governare la maggioranza (fonte: CNN, 27 maggio 2022, notizia rimossa dal sito).

In una intervista alla BCC del 19 novembre 2021, il premier bielorusso Aleksandr Lukashenko in riferimento ai tentativi di rivoluzione colorata nel suo Paese ha dichiarato: “Massacreremo tutta la feccia che [voi occidentali] avete finanziato. Oh, sarete arrabbiati che abbiamo distrutto tutte le vostre strutture, le ONG o quello che sono, per cui avete tanto sborsato”.

Una trentenne di Dublino in perfetta salute, che andava in palestra e faceva 10.000 passi al giorno, è morta improvvisamente nel sonno. I medici hanno rinvenuto la causa nella cosiddetta SADS, la Sudden Adult Death Syndrome, che sembra aver colpito diverse persone sotto i quarant’anni negli ultimi due anni (The Mirror, 30 maggio 2022).

Sempre il Mirror (29 luglio 2022) riporta la vicenda di uno studente di geologia ventiduenne della città di Qena (Egitto), “morto di gioia” per aver superato il suo ultimo esame. Come riporta Il Messaggero: “Quando ha strappato la busta che conteneva il voto del suo ultimo esame è rimasto talmente elettrizzato che ha sentito un dolore improvviso al petto. È stato portato d’urgenza in ospedale: i medici hanno rilevato che aveva avuto un infarto. È morto poche ore più tardi. Il giovane adesso riposa nel cimitero di famiglia”.

Notizia della CNN (29 maggio 2022), tradotta da Fanpage: i pesci della Florida sono risultati positivi agli antidepressivi. “Il pesce al largo della costa della Florida è risultato positivo a diversi farmaci, inclusi antidepressivi e farmaci per la pressione sanguigna. Lo mostrano i dati di un nuovo studio triennale, condotto dai ricercatori della Florida International University e del Bonefish & Tarpon Trust (BTT), […] che ha scoperto la presenza di contaminanti farmaceutici nel sangue e altri tessuti. […] [Lo studio mostra] la presenza media di almeno sette prodotti farmaceutici, inclusi farmaci per la pressione sanguigna, antidepressivi, farmaci per il trattamento della prostata, antibiotici, antidolorifici, fino a trovare 17 farmaci in un solo pesce“.

Un adolescente inglese ha allevato oltre un milione di rane nel cortile di casa sua per infastidire il vicinato, riportando la sua bravata in un anonimo video su TikTok. Una biologa ha criticato l’iniziativa, ritenendola suscettibile di creare “un vettore per malattie” e far diventare una specie “invasiva”. Mi accorgo ora che ne ha parlato anche il Corriere (10 luglio 2022).

Se vi sentite il covid ma continuate a risultare negativi al test, un esperto (il dott. Stuat Ray, del dipartimento di medicina della Johns Hopkins) ha dichiarato a Fortune (27 luglio 2022) che “se uno è sicuro di avere il covid, probabilmente ha davvero il covid”, e ha invitato perciò i malati immaginari a “fidarsi del proprio istinto”.

Una influencer canadese su Instagram sta pubblicizzando la maternità surrogata (che è illegale nel Paese, a meno che non sia fatta per “filantropia”) mostrandosi in stato interessante dopo aver “prestato” il proprio utero a suo zio e sua zia: “Mi piace dire alle persone che sto per partorire mio cugino, la parte più divertente è vedere la loro espressione scandalizzata” (fonte: Galaxy Concerns, 14 luglio 2022).

A fine luglio il giornalista indipendente britannico Patrick Lancaster ha divulgato su Twitter un “assaggio” delle minacce quotidiane che riceve dagli ucraini per le sue inchieste sui crimini di guerra commessi dai soldati di Kiev.

Il noto presentatore televisivo conservatore americano Tucker Carlson, commentando le eventuali lamentele progressiste riguardo l’espressione “vaiolo delle scimmie”, a fine luglio ha lanciato un sondaggio per ribattezzare la malattia nel quale ha vinto l’opzione Schlong Covid, un gioco di parole tra long covid e un’espressione yiddish (che significa fondamentalmente “cazzo”) entrata da tempo nel parlare comune americano. A quanto pare, nonostante la stampa mainstream scriva apertamente che “le persone che si sono ammalate finora sono state principalmente uomini che hanno avuto rapporti sessuali con uomini”, sembra ci sia intenzione da parte dei democratici di dichiarare una nuova emergenza nazionale in corrispondenza con le elezioni di medio termine (ecco perché tra le opzioni del sondaggio compariva anche “Midterm Variant”).

Sempre negli Stati Uniti, e sempre alla fine del mese scorso, il governatore democratico della Pennsylvania ha sostenuto un “Pride Festival” in cui i militanti LGBTQ+ insegnavano a dei bambini a fare la lap dance.

L’Università di Greifswald (Germania) ha patrocinato una campagna di sensibilizzazione sull’aborto in cui compare una donna che infilza un utero con un bisturi mentre afferma Meine Blutlinie endet mit mir (“La mia discendenza termina con me”). L’autrice sarebbe tale Sophia Schütze e avrebbe collaborato con il Caspar-David-Friedrich-Institut nell’ambito del progetto Public Art. La sezione studentesca della AFd ha protestato.

Per concludere con le donne, il primo Tour de France al femminile è finito con un capitombolo: alla quinta tappa le cicliste si sono accartocciate su se stesse producendo la più grande montagna di biciclette mai registrata in una gara professionistica. Commento di Euronews: “Tutte giù per terra!”. Speriamo si riprendano presto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.