Per un biologo russo il coronavirus è un’arma del governo globale

Il biologo russo Igor Nikulin, che si presenta come ex membro della Commissione delle Nazioni Unite sulle armi biologiche e chimiche, ha dichiarato in un’intervista del 27 febbraio 2020 alla versione araba di Russia Today che ritiene che non sia una coincidenza che il coronavirus abbia colpito Cina, Iran e alcuni Paesi europei. Egli sostiene che il virus sia stato accuratamente selezionato per colpire i paesi che competono con gli Stati Uniti e che si tratta di un complotto del “governo globale”, costituito da 200 famiglie che possiedono oltre 400 trilioni di dollari, che controllano i media, Hollywood e dunque le menti dell’umanità. Il loro obiettivo è ridurre la popolazione mondiale del 90%. A suo parere, il coronavirus potrebbe essere un’arma biologica mirata, come l’ebola e l’aviaria, che infetta alcune persone e non altre, e che il governo degli Stati Uniti potrebbe presto testare un agente patogeno su cui lavora dal 1999. Nikulin ha anche affermato che questo è un avvertimento per il mondo non anglofono a sottomettersi alle leggi che gli vengono imposte (MEMRI).

Igor Nikulin: “Credo che non sia una coincidenza [che la Cina sia stata infettata dal coronavirus]. Credo che questo virus sia stato selezionato con molta attenzione, al fine di raggiungere paesi che sono considerati avversari degli Stati Uniti, come la Cina, l’Iran e alcuni paesi dell’UE tra cui l’Italia. Molte persone pensano che ci siano tendenze filo-russe in quei Paesi, ed è per questo che ci sono più persone infette laggiù. Non penso che questa sia una semplice coincidenza. le élite del mondo … “

Intervistatore: “Il governo globale …”

Igor Nikulin: “Giusto. Il governo globale è il termine corretto. Almeno, è così che si definiscono. Nessuno li ha eletti, ma loro si vedono così. Queste 200 famiglie hanno 40 trilioni di dollari e si considerano le più persone importanti sulla Terra. Controllano la maggior parte dei media. Sono quelli che fanno i film di Hollywood – per esempio, i film sulle pandemie. Queste famiglie controllano le menti dell’umanità e affermano che l’umanità deve essere ridotta a un decimo della popolazione attuale”.

Intervistatore: “È davvero possibile produrre armi biologiche che colpiscono una nazione o un gruppo etnico e non altri? Ci sono indiscrezioni secondo cui gli israeliani stanno pensando di produrre – o hanno effettivamente prodotto – una sorta di arma biologica che uccide i palestinesi ma non danneggia gli israeliani. È vero? È possibile?”

Igor Nikulin: “La gente ne parla. So che qualche anno fa c’è stata una strana epidemia in Madagascar. Non era in Africa. Era una piaga polmonare, una cosa orribile. Questa epidemia ha ucciso solo la gente del posto, mentre non ha danneggiato i turisti europei, e nemmeno la razza gialla (sic). Esistono naturalmente anche armi come l’ebola, l’influenza aviaria e il coronavirus che sta attualmente colpendo principalmente i popoli cinesi e asiatici. Tali armi esistono. Nel 1999, gli americani hanno avviato un progetto… Il capo della CIA dell’epoca, George Tenet, e il presidente Clinton annunciarono la creazione di agenti patogeni che avrebbero colpito certe razze e non altre. Sono passati vent’anni e il tempo per esperimenti sul campo è arrivato. Sembra che la Terra sia stata trasformata in un terreno di prova. Dirò ancora di più: che i paesi anglosassoni hanno lanciato un avvertimento biologico per tutti i paesi di lingua non inglese: O vivi secondo la leggi che ti imponiamo o scomparirai da questo pianeta, e possiamo ucciderti in fretta o lentamente. Questo è il problema principale dell’attuale politica mondiale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.