Bolsonaro: covid frutto di una “guerra batteriologica”

Il 28 ottobre Jair Bolsonaro ha dichiarato che la pandemia covid-19 potrebbe essere il risultato di una “guerra batteriologica”: secondo il Presidente brasiliano, il nuovo coronavirus sarebbe stato prodotto in un laboratorio dal quale sarebbe poi “sfuggito”.

Le dichiarazioni sono state fatte ​​durante un comizio, davanti al Palácio da Alvorada, in risposta a un sostenitore che gli aveva chiesto se pensava che la pandemia fosse stata scatenata volutamente per far crollare le economie di alcuni Paesi.

“Non posso dirlo. La guerra batteriologica esiste e le nazioni si stanno preparando a essa. Gli scienziati sperimentano virus in laboratorio, qualcosa potrebbe essere sfuggito”, ha detto Bolsonaro.

Dopo la risposta, lo stesso sostenitore ha posto al presidente un’altra domanda, questa volta sul cosiddetto “nuovo ordine mondiale“. In risposta, Bolsonaro ha continuato dicendo che “ovviamente esiste una cosa del genere, è chiaro”, ma si è poi interrotto: “Non voglio entrare nel dettaglio in questa sede, se non ci fosse nessuno a registrare parlerei, ma dato che stanno registrando tutto, evito di farlo”.

3 commenti su “Bolsonaro: covid frutto di una “guerra batteriologica”

    1. Perché è un po’ come citare Dugin quando si parla di Putin: non scrivendo per Corriere, Repubblica o Fatto, non posso permettermi di spararle grosse e restare impunito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.