La Corea del Nord contro Israele: “Gaza mattatoio umano”

La Corea del Nord condanna Israele per aver trasformato la Striscia di Gaza “in un enorme mattatoio umano, un centro di strage degli innocenti”. In una dichiarazione di venerdì 4 giugno il ministero degli Esteri nordcoreano ha affermato che “l’orribile crimine di Israele di uccidere bambini ancora in fasce, simili a germogli che devono ancora sbocciare, è una minaccia al futuro e un crimine contro l’umanità“.

“Non è esagerato affermare che l’intera Striscia di Gaza sia stata trasformata in un enorme mattatoio umano e in un centro di massacro di bambini”, ha proseguito il Ministro. “Dopo la fine dei bombardamenti Netanyahu e le autorità israeliane cercano di nascondere i massacri di innocenti”.

Secondo Pyongyang anche le testate giornalistiche internazionali “hanno condannato fermamente Israele per aver massacrato innocenti, per aver espulso i palestinesi, proseguito l’espansione degli insediamenti illegali e le provocazioni contro le pacifiche cerimonie di preghiera degli arabi”.

Le critiche sono arrivate nella Giornata internazionale dei bambini innocenti vittime di aggressione, decisa dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nell’agosto del 1982 proprio per commemorare “gli innumerevoli bambini innocenti palestinesi e libanesi vittime degli atti di aggressione di Israele”.

L’ultimo scontro tra Israele e Hamas a Gaza ha portato alla distruzione di migliaia di case e aziende, causando lo sfollamento di oltre 100.000 persone. L’ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari ha dichiarato che circa 240 palestinesi sono stati uccisi in 11 giorni di conflitto. I funzionari hanno riferito che almeno 12 persone sono morte in Israele.

La Corea del Nord ha da tempo riconosciuto la sovranità palestinese su tutti i territori detenuti da Israele, escluse le alture del Golan. Pyongyang considera Israele un “satellite imperialista” in contrasto con l’ideologia anticolonialista del proprio regime. Per decenni il Paese ha sostenuto i gruppi militanti palestinesi, Hamas incluso.

I rapporti diplomatici sono di lunga data: tanto per ricordare, negli anni ’90 Kim Jong Il offrì all’ambasciatore palestinese in Corea del Nord Mustafa Safarini la possibilità di servirsi dei trattamenti sperimentali di una clinica della fertilità di Pyongyang per avere un figlio. Questo ha rafforzato ancor di più i legami tra le due nazioni anti-imperialiste.

Fonte: Newsweek

Un commento su “La Corea del Nord contro Israele: “Gaza mattatoio umano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.