Joe Biden vuole un Green Pass all’italiana per gli Stati Uniti

I bambini di cinque anni di San Francisco saranno presto tenuti a mostrare un documento di avvenuta vaccinazione contro il Covid-19 per l’accesso a ristoranti, stadi e altri luoghi di intrattenimento. La dottoressa Susan Philip, ufficiale sanitario della città, ha annunciato che l’obbligo di passaporto vaccinale sarà esteso ai bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni in accordo con i tempi dell’approvazione, dunque non prima di un lasso di tempo ragionevole (due mesi) in cui i piccoli californiani si potranno sottoporre alla doppia dose di Pfizer.

Nel caso della città californiana, il commento migliore è quello di un anonimo su Twitter: “Chi fa crescere un bambino a San Francisco è come se si fosse già dichiarato inadatto a svolgere il ruolo di genitore; tanto vale che faccia iniettare sostanze a caso nei propri figli” (alcuni genitori sono comunque intenzionati a opporsi).

Per il resto, lascia perplessi la coincidenza tra questo annuncio e l’invito di Biden rivolto agli americani il 4 novembre di “vaccinare i vostri bambini”, perché “è sicuro ed efficace ed è il modo migliore per lasciarci alle spalle la pandemia”.

L’amministrazione Biden ha già mostrato l’intenzione di adottare un Green Pass all’italiana, imponendo l’obbligo di vaccinazione non solo a impiegati statali e personale scolastico ma, a partire dal 4 gennaio 2022, anche ai lavoratori delle aziende al di sopra dei 100 dipendenti. Come in Italia, anche negli Stati Uniti ci sarà l’alternativa dei tamponi regolari (pratica dalla quale è comunque escluso il personale sanitario, che invece sarà obbligato a vaccinarsi pena la sospensione).

In tutto questo, un dato interessante è che migliaia di agenti dell’intelligence potrebbero presto perdere il lavoro per non essersi sottoposti a vaccinazione (a detta dei repubblicani, almeno il 20% del personale dei servizi segreti non sarebbe vaccinato). Il settore è particolarmente delicato per la sicurezza nazionale e in tal caso non sarebbe possibile rimpiazzare un impiegato con un altro. Sembra che anche qui non vi sia però alcuna possibilità di deroga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.