Trovate centinaia di api morte attorno alle “torri” del 5G in California

Hundreds of bees drop dead around ‘5G towers’ in California
(Daily Star, 2 agosto 2019)

La banda larga superveloce lanciata quest’anno ha già suscitato diverse polemiche tra gli esperti: secondo alcuni essa potrebbe avere effetti collaterali, anche gravi, sulla salute sull’uomo. E a quanto pare persino su quella delle api, da quanto compare in un video diventato virale che mostra centinaia di insetti senza vita attorno alle torri 5G a Sierra Madre (California).

L’autore del video afferma di averle individuate a circa dieci metri di distanza dai pali dell’internet superveloce. Egli afferma: “Tirano su queste cose e nemmeno sanno se fanno male alle persone. Intanto posso dirvi che sicuramente fa male all’ambiente perché qui ci sono api morte dappertutto”.

Man mano che si allontanava dal raggio delle “torri”, le api morti si diradavano. Più di 54.000 persone hanno visto il video da quando è stata pubblicata su YouTube il 15 luglio. Tuttavia qualcuno ha sollevato qualche dubbio: per esempio, che le api potrebbero essere solo dei fuchi, i quali, come è noto, muoiono dopo l’accoppiamento. Altri hanno affermato che le torri non possono contenere la banda larga 5G, essendo “stato installato solo nelle principali città e non a Sierra Madre, dove probabilmente non verrà messo mai”

Non è la prima volta che vengono riprese grandi quantità di api morte. Dopo che un terremoto di magnitudo 7,1 ha colpito la California il mese scorso, sono state avvistate migliaia di bestioline a ricoprire le strade. Gli scienziati hanno osservato come animali e insetti possano agire in modo strano in previsione di un terremoto. Uno studio nel nord di Taiwan che ha monitorato le popolazioni di insetti nel periodo in cui si è verificato un sisma di 7,3 e 6,8, ha osservato un evidente declino nel numero di insetti e anche specie.

*

PS: Il centro di ricerca Agroscope (Liebefeld, Svizzera) afferma che tutti gli studi finora condotti non rivelano alcun collegamento tra l’inquinamento elettromagnetico e la salute delle api, nonostante gli insetti possano effettivamente percepire la presenza di campi magnetici. Nel 90% dei casi la mortalità delle api è dovuta ai parassiti, anche se diversi apicoltori svizzeri accusano la “lobby degli operatori di rete”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.