Il Parlamento Europeo gli revoca l’immunità: arrestato eurodeputato di Alba Dorata

Iannis Lagos (Γιάννης Λαγός), eurodeputato 48enne di Alba Dorata, condannato in Grecia per crimini legati alla sua militanza politica, è stato arrestato dalla polizia belga dopo che il Parlamento Europeo gli ha revocato l’immunità.

Lagos è stato condannato lo scorso ottobre, insieme al resto della dirigenza del partito, per aver gestito una “organizzazione criminale”. Sebbene il tribunale lo abbia condannato a oltre 13 anni, fino a ieri aveva potuto godere dell’immunità da europarlamentare.

I ladri, i senza-dio e gli anti-greci mi stanno portando in prigione”, ha scritto su Twitter, poche ore dopo che i suoi colleghi del Parlamento europeo hanno votato con 658 voti contro 25 per privarlo della sua immunità.

Le indagini sono iniziate nel 2013, quando il rapper antifascista Pavlos Fyssas venne ucciso da un sostenitore del partito. I giudici greci hanno affermato che l’accoltellamento era un “assassinio mirato”, senza mai presentare alcuna prova. E poi hanno sbattuto tutti quelli di Alba Dorata dietro le sbarre.

Lagos era un politico di spicco nell’area del Pireo dove morì Fyssas. È stato eletto al Parlamento europeo nel 2019, ma ha disertato settimane dopo, diventando un deputato indipendente. Non è ancora chiaro se sfiderà l’estradizione.

Il leader di Alba Dorata Nikos Michaloliakos è tra i 39 imputati condannati lo scorso ottobre alla fine di un processo di cinque anni.

Lagos aveva finora evitato l’arresto a causa della sua immunità parlamentare, mentre un altro membro di spicco di Alba Dorata, Christos Pappas, è riuscito a far perdere le sue tracce.

PS: Immaginiamo se Putin facesse arrestare tutti i membri di un partito di opposizione perché uno dei suoi sostenitori ha accoltellato qualcuno in una rissa di strada…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.