Israele annuncia di aver trovato un vaccino per il coronavirus

Israeli Research Center to Announce It Developed Coronavirus Vaccine, Sources Say
(Haaretz, 11 marzo 2020)

Gli scienziati dell’Istituto Israeliano per la Ricerca Biologica di Ness Ziona annunceranno nei prossimi giorni lo sviluppo di un vaccino per il nuovo coronavirus COVID-19.

Secondo fonti mediche, negli ultimi tempi per gli scienziati c’è stata una svolta significativa nella comprensione del meccanismo biologico e delle qualità del virus, tra cui una migliore capacità diagnostica, produzione di anticorpi per coloro che lo hanno già contratto e, come dicevamo, lo sviluppo di un vaccino.

Il processo di sviluppo richiede una serie di test ed esperimenti che possono durare mesi prima che la vaccinazione sia considerata efficace o sicura.

Alla domanda sullo sviluppo, il Ministero della Difesa ha dichiarato: “Non vi è stata alcuna svolta nell’impegno dell’istituto biologico di trovare un vaccino per il coronavirus o di sviluppare kit di test. Il lavoro dell’Istituto è condotto secondo un piano di lavoro ordinato e ci vorrà del tempo: se e quando ci sarà qualcosa da segnalare, sarà fatto nei modi opportuni. L’Istituto biologico è un’agenzia di ricerca di fama mondiale, che si avvale di ricercatori e scienziati esperti con grandi conoscenze e infrastrutture di qualità. ora sono più di 50 scienziati esperti che lavorano presso l’istituto di ricerca per sviluppare un rimedio contro il virus”.

Normalmente sarebbe necessario un lungo processo di studi preclinici su animali, seguita da altri studi clinici. Questa fase consentirebbe una completa caratterizzazione degli effetti collaterali. Tuttavia l’emergenza globale per la pandemia di coronavirus può accelerare questo processo al fine di vaccinare quante più persone maggiormente a rischio.

Lo sviluppo di un vaccino efficace porrebbe fine alla crisi globale causata dal virus; proteggerebbe anche la popolazione mondiale da un focolaio più grave l’anno prossimo, come attestano alcune previsioni.

Secondo un rapporto Ynet tre settimane fa cinque campioni di virus sono arrivati in Israele dal Giappone, dall’Italia e da altri Paesi. Sono stati portati da un corriere del Ministero della Difesa direttamente all’Istituto di Ricerca Biologica. I campioni erano stati congelati a -80 gradi Celsius. Secondo fonti sanitarie e di difesa, dall’arrivo dei campioni è stato svolto un intenso lavoro per sviluppare il vaccino.

La valutazione degli esperti in Israele e all’estero è che il tempo necessario per sviluppare un vaccino va da pochi mesi a un anno e mezzo. Numerosi gruppi di ricerca in tutto il mondo stanno partecipando alla gara per lo sviluppo di un vaccino. Molti di loro a questo punto si stanno concentrando sul modo in cui il virus si presenta negli animali, con il più grande ostacolo è il modo in cui si trasforma quando si sposta dagli animali agli esseri umani.

Poco dopo l’inizio dell’epidemia a gennaio, la Cina ha pubblicato la sequenza genetica del virus su database scientifici aperti in modo che gli istituti di ricerca e le società commerciali potessero provare a sviluppare trattamenti e vaccini senza la necessità di ottenere campioni.

Circa un mese e mezzo dopo la pubblicazione della sequenza genetica, la società di biotecnologia Moderna, con sede a Boston, Massachussets, ha annunciato di aver completato lo sviluppo di un possibile vaccino contro il coronavirus. Immediatamente dopo il vaccino è stato inviato al National Institute of Allergy and Infectious Diseases degli Stati Uniti, con studi clinici su 25 partecipanti che inizieranno ad aprile e terminare in estate. Qualsiasi vaccino israeliano dovrà presumibilmente passare attraverso un processo simile (o anche più rigoroso) prima di essere approvato per l’uso.

Un commento su “Israele annuncia di aver trovato un vaccino per il coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.