Viktor Orbán ha conquistato una nazione con i cetrioli sottaceto

Una delle “ricette” con cui il premier ungherese Orbán Viktor è riuscito a conquistare il cuore dei suoi compatrioti è stata la passione per i cetrioli sottaceto.

Naturalmente non si tratta di semplici cetrioli immersi nell’aceto. La preparazione è molto più lunga e complessa e necessita di: cetrioli, aneto fresco, aglio, pepe nero, pane bianco (Parasztkenyér, letteralmente “pane contadino”), un barattolo di vetro, un piatto e un po’ di sole.

Lo stesso Orbán ha postato un tutorial sul suo profilo Instagram per la preparazione ottimale della delizia:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Orbán Viktor (@orbanviktor)

Dopo aver preparato il composto, entra in scena il piatto, che verrà usato per coprire il barattolo dei sottaceti e metterlo al sole per circa tre giorni:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Orbán Viktor (@orbanviktor)

Quando i cetrioli saranno pronti, potranno essere gustati con un po’ di pane e portati direttamente a lavoro con la famigerata “schiscetta” (parola che deriva da un’antica espressione ungherese, sürget, “fretta”, “urgenza”).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Orbán Viktor (@orbanviktor)

I cetrioli al leader ungherese non servono solo per risolvere le questioni interne, ma anche per intessere fondamentali rapporti internazionali: non a caso egli ne fa dono a quei politici, come il premier slovacco Igor Matovič, con i quali è interessato a costruire nuove alleanze continentali:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Orbán Viktor (@orbanviktor)

Per ricordare a tutti le origini della prelibatezza, Orbán decora spesso i vasetti con un nastrino con i colori nazionali dell’amato stendardo magiaro.

Pubblicato da Orbán Viktor su Venerdì 12 giugno 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.